Primavera, nessuno scampo per il Cesena: la Samp si impone 3-1

Samp primavera
© foto SampNews24

La primavera blucerchiata gestisce al meglio una trasferta potenzialmente insidiosa

Si è appena concluso il match tra Cesena e Sampdoria, valido per la 22a giornata del Campionato Primavera “Giacinto Facchetti”. Partita importantissima quella odierna: la Samp sta attualmente lottando per la conferma del secondo posto, che garantirebbe ai blucerchiati l’accesso diretto alla fase finale del torneo. Tale posizione è infatti al momento condivisa tra Sampdoria e Fiorentina, e la lotta per il piazzamento è giunta alle battute finali. Il Cesena ha invece condotto fino a qui un campionato tranquillo, che la vede stazionare a metà classifica. All’andata i bianconeri sorpresero la Samp, vincendo all’Andersen di Sestri Levante per 2-1. Oggi le cose sono andate diversamente, e i blucerchiati hanno restituito il favore ottenendo tre punti preziosi. Il risultato finale è frutto di un ottimo gioco di squadra, sintomo dell’attenzione del mister per la preparazione della partita, arrivata al termine di venti giorni di pausa.

Cesena: Bianchini, Soumahin, Cavallari, Farabegoli, Carnicelli (17′ s.t. Garattoni), Kondic, Ceccacci (27′ s.t. Urso), Maleh, Dhamo, Akammadu, Tommasini (22′ s.t. Andreoli).
A disposizione: Vitiello, Salcuni, Andreoli, Felli, Lanzoni, Conti.

Sampdoria: Krapikas, Tomic, Leverbe, Pastor, Amuzie, Tessiore (33′ s.t. Ejjaki), Criscuolo, Gabbani (17′ s.t. Baumgartner), Cioce, Balde, Vrioni.
A disposizione: Cavagnaro, Piccardo, Tissone, Oliana, Gilardi, Romei, Testa, Cuomo.

PRATICA ARCHIVIATA – Partita che comincia su ritmi non certo frenetici: le due squadre si studiano e danno vita a una prima mezz’ora piuttosto noiosa. All 33′ lampo blucerchiato: Tessiore entra in area con una bella giocata, e prende il tempo a Bianchini, che sulla conclusione rasoterra non può nulla. La reazione del Cesena non arriva, e il primo tempo si conclude dunque 0-1. Nella ripresa la Samp riprende l’iniziativa, e va nuovamente in rete al 66′, grazie a Balde. La punta è brava a saltare il proprio marcatore in velocità, castigando il portiere bianconero con un mancino velenoso. Cinque minuti più tardi è il turno di Criscuolo, che insacca la prima rete in blucerchiato, portando il risultato sul 0-3. Nel finale doppia espulsione per Balde (doppia ammonizione) e Cavallari (gioco scorretto). All’80’ la rete di Akammadu accorcia le distanze, ma quella bianconera è una speranza effimera, perchè la Samp amministra bene e non concede più nulla. La partita termina