Protocollo FIGC, pronta la parte medica: due novità

Coronavirus Serie A
© foto www.imagephotoagency.it

Ripresa Serie A, la FIGC lavora al nuovo protocollo: la parte medico-sanitaria è completa, ecco tutte le due introdotte

Dopo la prima bocciatura da parte del Governo, la FIGC sta lavorando senza sosta in queste ore per produrre un nuovo protocollo che possa regolamentare e permettere in tutta sicurezza la ripresa degli allenamenti. La sezione medico-sanitaria, secondo Il Corriere dello Sport, è già pronta: tra le novità, la somministrazione di tamponi 3-4 giorni sia prima che dopo il ritorno all’attività, nonché il giorno zero.

Nel caso si verificassero nuovi casi di Coronavirus nel mondo del calcio, varrebbero le regole generali, ovvero l’isolamento di tutti i contatti diretti: potenzialmente, perciò, ad essere isolata potrebbe essere tutta la squadra. Infine, sparisce la differenza tra guariti da forma grave e guariti da forma lieve.

La parte logistica del protocollo è ancora da completare, così come restano da definire le norme organizzative. In questo senso è atteso a breve, forse anche oggi, un nuovo confronto con il comitato tecnico-scientifico: al centro vi saranno le regole per gestire e sanificare i centri sportivi, le strutture e i trasporti, ma anche le modalità con cui rispettare le prescrizioni di sicurezza, sia in allenamento che durante le gare. Varie imposizioni, tra cui quella della distanza minima, restano infatti di difficile applicazione negli sport di squadra, tra cui appunto il calcio.