Quagliarella: «2020 anno bastardo. Su Napoli Sampdoria…»

Iscriviti
sampdoria quagliarella
© foto www.imagephotoagency.it

Fabio Quagliarella è intervenuto ai microfoni di Sky Sport a pochi giorni dalla sfida contro il Napoli: le parole del capitano della Sampdoria

Fabio Quagliarella, attaccante e capitano della Sampdoria, interviene ai microfoni di Sky Sport a pochi giorni dal match di Serie A contro il Napoli. Le sue dichiarazioni.

CAMPIONI – «Questo è stato un 2020 bastardo, passatemi il termine. Prima Diego, ora Pablito… Quando vanno via giocatori del genere si portano via anche le emozioni campioni del genere hanno reso orgogliosi gli italiani».

MARADONA – «Maradona per noi napoletani è tutto, ci ha reso orgogliosi in Italia e nel mondo. Faceva parte della famiglia. Tutti abbiamo avuto il poster di Maradona. Mio padre aveva l’abbonamento al Napoli – ricorda Quagliarella – e si registrava tutte le partite in vhs, mi ha trasmesso questa malattia. Io da piccolo guardavo tutte le partite e i gol del Napoli».

GOL – «Fare gol allo stadio Maradona è uno stimolo in più, sicuramente: per me non è una partita come le altre noi abbiamo bisogno di fare punti come squadra».

NUMERI – «Il numero 10 per me rappresenta Maradona. Rappresenta quel giocatore che non è come gli altri nella squadra. Ovviamente negli anni in cui sono stato a Napoli la maglia numero 10 era libera,  ma ho preferito proseguire con il mio 27».