Quagliarella interroga Giampaolo e Ancelotti: «Ricordate quell’Ascoli-Milan?»

quagliarella sampdoria
© foto Valentina Martini

Quagliarella ricorda un Ascoli-Milan del 2005 con Giampaolo e Ancelotti in panchina: «Una pioggia fortissima e la mia prima da titolare in A»

Domenica sera, allo stadio “Ferraris”, Marco Giampaolo e Carlo Ancelotti si ritroveranno da avversari sullo stesso campo. Da una parte la Sampdoria, dall’altra il Napoli, ma per i due allenatori non sarà una situazione nuova: ad aprire il cassetto dei ricordi ci ha pensato l’attaccante blucerchiato Fabio Quagliarella, che il 28 agosto del 2005, appena ventiduenne, scese in campo durante un Ascoli-Milan conclusosi con un inaspettato pareggio per 1-1. Alla rete di Cudini al 54′, sotto un diluvio indimenticabile, seguì quella di Shevchenko dieci minuti dopo.

Il numero 27 (allora con il 99 sulle spalle) ha ricordi nitidi di quel pomeriggio, che vide proprio Ancelotti e Giampaolo sfidarsi sulle panchine opposte, seppur l’attuale tecnico doriano ricoprisse ai tempi il ruolo di vice – almeno formalmente, dato che poi la questione gli costò una squalifica – dietro a Massimo Silva: «Ho due ricordi nitidi di quell’1-1. La pioggia fortissima, ero convinto che non si sarebbe giocato, e il mio colpo di testa prima del gol di Cudini. Quella poi è stata la mia prima gara dall’inizio in A. Giocammo una partita incredibile – spiega al Secolo XIX – con una squadra formata all’ultimo. Oggi io e i due mister abbiamo qualche anno in più, ma siamo ancora qua, come canterebbe Vasco Rossi». Chissà che anche la Sampdoria, contro il Napoli, non riesca a stupire tutti con un risultato inatteso.

Articolo precedente
felice tufanoTufano entusiasta: «Con queste strutture si lavora meglio»
Prossimo articolo
eto'o sampdoriaEto’o, che gesto: dona casa e soldi all’ex capitano del Camerun