Ramirez e la stima per Torreira: «Gioca per cinque»

Spal quote
© foto Valentina Martini

Gaston Ramirez tra la stima per Torreira e la voglia di Nazionale: «Ci può essere possibilità anche per me. Lucas gioca per cinque»

Velocità, visione di gioco e classe da vendere. Con la palla tra i piedi, Gaston Ramirez è quasi infermabile e da settimane sembra ormai aver trovato la condizione fisica adatta per essere il vero craque di questa Sampdoria: «Sono molto felice per il momento che stiamo vivendo, sia come squadra che a livello personale. Giocare e lottare per un posto nelle competizioni europee è una sensazione molto bella, importante, e vivo con grande attesa quello che succederà. Non è facile, in un campionato tosto come la Serie A, essere in lotta per il primato nella classifica degli assist. Speriamo che i miei compagni continuino a far gol grazie ai miei passaggi. Tecnicamente e fisicamente sono in uno dei miei periodi migliori – ammette alle frequenze di Radio Sport 890 – ne sto approfittando e penso si veda ad ogni partita».

Grazie alle prestazioni offerte e all’ottimo rendimento, il numero 90 potrebbe essere il secondo giocatore blucerchiato a vestire la maglia dell’Uruguay ai prossimi Mondiali: «Sono molto tranquillo, so che facendo le cose bene qui ci saranno possibilità di essere convocato. Tutti noi vogliamo giocare in Nazionale ed è questa la cosa bella, perché è una competizione molto salutare. Siamo tutti ottimi giocatori e dipenderà dalle caratteristiche che il ct Tabarez vorrà mettere in campo. I nostri attaccanti? Abbiamo i migliori del mondo, e questo è uno stimolo in più per passargliela bene, pulita. Nel caso, dovrò cercarli, giocare per loro, creare occasioni da gol, perché cinque volte su dieci la buttano dentro. Ho fiducia in quello che sto facendo e spero in una convocazione. Qua a Genova – spiega Ramirez – sento un sacco di sostegno da parte di tutti, e questo ovviamente giova alle prestazioni».

Solo elogi e parole di stima per Lucas Torreira, sempre più protagonista con la maglia della Sampdoria indosso: «È un giocatore che farebbe bene alla Nazionale e spero che presto capisca ciò che vuol dire far parte di quel gruppo. Gli ho detto fin dall’inizio che lo vedo molto simile a Gargano: gli piace tenere la palla tra i piedi, sempre con la testa alta, sempre guardando avanti. Copre un sacco di spazi, qui gioca in cinque ruoli e gestisce l’intera manovra di gioco. Recupera tanti palloni ed è un giocatore completo, che sta crescendo». Domenica, per Torreira, potrebbe finalmente arrivare la fatidica chiamata dal ct: «Sta vivendo l’attesa in modo speciale, tutti si chiedono perché non lo abbiano ancora convocato. E’ un ragazzo umile e si merita tutto», ha concluso Ramirez.