Ranieri contro le porte chiuse: «Sono la morte del calcio» – VIDEO

Partite rinviate, porte chiuse o aperte: il tecnico della Sampdoria Ranieri dice la sua sulle conseguenza dell’emergenza Coronavirus – VIDEO

LEGGI QUI L’INTERVISTA COMPLETA A RANIERI

L’emergenza Coronavirus sta mettendo in crisi la Serie A. Cinque partite rinviate al 13 maggio e la proposta di continuare il campionato giocando a porte chiuse. Il tecnico della Sampdoria Claudio Ranieri non nasconde la sua opinione nella lunga intervista ai media ufficiali blucerchiati.

«Lo svolgimento del campionato, con tutte queste partite a porte aperte o chiuse e i vari rinvii, viene un po’ condizionato. Non c’è altro da fare, bisogna fare così. Penso che giocare a porte chiuse sia la morte del calcio, ci ho giocato ed è irreale. Sembra di stare in allenamento e invece ti giochi i tre punti. Chi gioca in casa non ha il supporto del suo pubblico per cui non mi piace. Preferisco rinviarla, ma che tutto sia svolto con i tifosi che sono quelli che pagano».