Ranieri punta il Napoli: «Non sarà facile per nessuno»

ranieri conferenza stampa live diretta
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria-Napoli, la conferenza stampa di Ranieri: «Non sarà facile, né per noi né per loro». E sul mercato: «Abbiamo fatto il massimo»

SKY O DAZN? DOVE VEDERE SAMPDORIA-NAPOLI

La Sampdoria tornerà in campo lunedì sera al “Ferraris” per afrrontare il Napoli, fresco di vittoria sulla Juventus. Il tecnico blucerchiato Claudio Ranieri ha presentato in conferenza stampa i temi legati alla sfida, con un occhio al calciomercato appena conclusosi: «Mi aspetto un avversario gagliardo. Il Napoli è determinato, ha trovato nuova linfa con Gattuso. Ha battuto Juventus e Lazio, mi aspetto una battaglia, un incontro tirato per tutti i novanta minuti. Mai fidarsi del Napoli, ma come di tutte le altre squadre. Devi sempre dare il cento per cento, altrimenti non ce la facciamo. Loro sono una signora squadra, ho letto le dichiarazioni: vogliono prendersi i tre punti e noi siamo pronti ad affrontarli. Sono abituato a giocare partita per partita. Noi giochiamo in casa e cercheremo di fare la nostra partita. Non sarà facile per noi, ma nemmeno per loro.».

«Soddisfatto del mercato? Ve lo dirò alla fine. Noi ci dobbiamo salvare. I nostri operatori di mercato hanno fatto il massimo». Sulle operazioni dell’ultima giornata: «La Gumina è un attaccante veloce. È abile nel contropiede, la Sampdoria lo seguiva da tempo. Ad Empoli non è riuscito ad esplodere per vari infortuni. È arrivato motivato. Spero che possa riprendere il discorso che ha fatto al Palermo. Yoshida è giapponese, sono ragazzi impagabili. Lui è forte di testa, ha personalità. Mi mancava un altro centrale di destra. Mi è dispiaciuto perdere Regini perché è stato un professionista esemplare che ha sempre risposto presente. Difensivamente siamo a posto».

Gianluca Caprari si è trasferito al Parma: «Mi dispiace. Aveva perso l’entusiasmo nello stare qui – spiega Ranieri – capisco che volesse andare a giocare, va bene. Gli auguro di poter giocare bene, con nuovo spirito ed entusiasmo. Ma io non potevo accettare che restasse controvoglia. Gli auguro ogni bene perché è un ragazzo d’oro. Tutti quelli che sono rimasti hanno l’entusiasmo giusto. Tutti vogliono giocare, ma nessuno è venuto a parlarmi. La squadra mi ha sempre dato il meglio, Lazio a parte. Non chiudo la porta a nessuno. Guardo gli allenamenti e se mi convincono li metto in campo».

Sulla situazione infortunati in vista di lunedì: «Murru ha recuperato dall’influenza, è disponibile, si è allenato questa mattina. La formazione, come sapete, la deciderò domani. Vieira ha un piccolo problema, oggi si è allenato ed è disponibile anche lui. Ekdal? Aveva fatto solo spezzoni di partita. Doveva riprendere il ritmo, ma il ragazzo sta bene».

Una battuta sul rendimento di Morten Thorsby: «Non lo conoscevo. L’ho visto in una partita tra di noi e mi ha impressionato. Non ha molta fantasia, ma mi corre per 13 km a partita. È uno su cui puoi contare, uno da 6.5 sempre. È una mezzala a tutto campo, fa tutto quello che gli chiedo. Magari non mi darà un 8, ma nemmeno mai un 5. Pochi tiri nello specchio della porta? Di solito io finisco la seduta con i tiri, questa volta non l’ho fatto. Magari la prendiamo di più. Quagliarella? Sono convinto che in questo girone di ritorno ci regalerà diverse perle regali».

Prima della scorsa partita contro il Sassuolo, i tifosi blucerchiati hanno “scortato” la Sampdoria allo stadio con una tradizionale scooterata: «Io non ho mai fatto riprese ai tifosi – svela Ranieri – ma lì mi sono messo a farle perché sono impagabili. Ci stanno sostenendo in un periodo in cui ne abbiamo bisogno. Arriverà il momento che saremo noi a trascinare loro, ma adesso ne abbiamo veramente bisogno. Noi daremo l’anima, loro ci devono stare vicini quando sbagliamo».


VUOI RESTARE AGGIORNATO SULLA SAMPDORIA? SCARICA LA NOSTRA APP!