“A recuperar palloni” domina la Samp: il podio è blucerchiato

TOrreira
© foto www.imagephotoagency.it

Sono quattro i migliori “recupera palloni” della Serie A, due di loro hanno vestito i colori blucerchiati: Torreira batte tutti

Una vita da mediano, a recuperar palloni” cantava Ligabue ed effettivamente saper recuperare tante palle per far ripartire la propria squadra è una caratteristica importante per un giocatore di Serie A. Ma chi sono i migliori? Delle venti che si sono date battaglia nel girone d’andata, sono solo quattro ad avere i giocatori più propensi a far propria la sfera: il Napoli, la Fiorentina, l’Inter e la Sampdoria. Dopo venti giornate di campionato, diciannove per la compagine allenata da Giampaolo che deve ancora recuperare il match contro la Roma, al terzo posto sul podio vanno Astori e Koulibaly con 92 palloni recuperati, al secondo posto l’ex blucerchiato Skriniar con 99.

Al primo posto, con l’asterisco per la partita in meno che potrebbe portare il suo dato ancora più in alto, c’è Torreira con 113 palloni recuperati. Non solo si dimostra essere il migliore della Sampdoria in questa statistica ma anche il migliore di tutta la Serie A: il suo apporto in ogni gara è determinante e proprio per questo motivo è considerato il può richiesto sul mercato ma anche l’incedibile per il tecnico doriano, che non ha valide alternative in squadra al brillante centrale uruguaiano. Per la Sampdoria però c’è anche il vanto di aver cresciuto il secondo miglior “recupera palloni”: Skriniar, ormai più che amato dalla tifoseria nerazzurra, ha imparato in casa blucerchiata l’arte di far sua la palla e ha esportato a Milano tutte le sue doti a partire dalla più importante, l’umiltà.