Retroscena Hurtado: «Ecco perché è saltata con la Samp»

Jan Hurtado
© foto Twitter

L’intermediario Bagnoli svela un retroscena di mercato: «Vi spiego perché Hurtado non è andato alla Sampdoria»

Chiusasi ufficialmente la sessione estiva di calciomercato, le squadre possono cominciare a tracciare i propri bilanci. Poche soddisfazioni per la Sampdoria, che può rimpiangere anche alcuni colpi mancati, come quelli di Gregoire Defrel, Simone Verdi o del promettente Jan Hurtado. L’attaccante venezuelano classe 2000, considerato tra i prospetti più interessanti nel panorama calcistico sudamericano, era stato vicino a un approdo in blucerchiato a inizio estate, dopo estenuanti trattative: l’operazione, però, era saltata sul più bello e ad aggiudicarsi le sue prestazioni era stato il Boca Juniors.

L’agente FIFA Alberto Bagnoli, esperto di mercato sudamericano e intermediario nell’affare che avrebbe dovuto portare Hurtado alla Samp, ha svelato ai taccuini di calciomercato.com alcuni retroscena: «Ci lavoravo da mesi per portarlo in Italia, con la Sampdoria siamo arrivati al 90% della trattativa e poi è saltato tutto. Nel suo ruolo è il classe 2000 più forte in Sudamerica, dispiace non averlo portato in Serie A», si rammarica Bagnoli. Ecco cosa è mancato per far sì che le trattative andassero a buon fine: «La Sampdoria aveva fatto un’offerta di 5,5 milioni – ricorda l’agente – il Gimnasia La Plata voleva qualcosa di più ma alla fine si sarebbe accontentato. I blucerchiati, invece, quando era quasi tutto fatto, volevano rivedere alcune condizioni, così il club argentino ha virato su altre piste e ha chiuso la cessione di Hurtado al Boca Juniors».