Retroscena Praet: così la Samp ha convinto il Leicester

praet sampdoria
© foto Valentina Martini

Visite mediche per Praet: il retroscena su come la Samp ha convinto il Leicester

CALCIOMERCATO – LE ULTIME NEWS SULLA SAMPDORIA

Mentre al quartier generale di Bogliasco la Sampdoria era alle prese con gli ultimi preparativi per l’amichevole serale contro lo Spezia, ieri Dennis Praet passeggiava freneticamente per casa con l’orecchio attaccato al telefono, in attesa di capire quale sarebbe stato il suo futuro e se avrebbe dovuto prendere un aereo di lì a poco per raggiungere l’Inghilterra. Nella giornata di trattative portate avanti con il Leicester non tutto è filato via liscio come si sarebbe auspicato e si è anche rischiato di arrivare a una rottura tra le parti.

Il belga era seguito da diverse settimane dalle Foxes, che inizialmente avevano messo sul piatto 18 milioni di euro – ritenuti da subito insufficienti dalla Samp – in attesa delle mosse della altre società interessate, Milan e Valencia su tutte. Due giorni fa, però, l’offerta che ha fatto partire le trattative: 20 milioni secchi, prendere o lasciare, con i blucerchiati che ne chiedevano 26. Una distanza piuttosto marcata, per via delle richieste esose, che ha fatto irritare gli inglesi: ieri la rottura era a un passo, tanto più che la Samp ha vietato a Praet di imbarcarsi per Leicester – avrebbe dovuto prendere un volo da Milano nel pomeriggio – facendo sapere ai Blues che il giocatore non avrebbe lasciato Genova e l’Italia senza un accordo definito.

Nel tardo pomeriggio, finalmente la svolta. La dirigenza della Sampdoria – riporta La Repubblica – ha fatto pressione al Leicester puntando sul fatto che il mercato inglese avrebbe chiuso di lì a poche ore (il gong è fissato per oggi alle ore 18) e che lo stesso Praet avrebbe dovuto sia sostenere le visite mediche che firmare tutte le carte necessarie per il trasferimento. Proprio i tempi ristretti hanno convinto l’ex club di Claudio Ranieri a fare un piccolo sforzo e alzare la propria offerta: in tutto, fra bonus e parte fissa, si sono raggiunti i 22 milioni, cifra a cui la Samp ha detto sì.

Via libera da Genova, con il classe ’94 che è stato finalmente autorizzato a fare le valigie. Questa mattina è arrivato al centro sportivo di Belvoir Drive per sostenere le visite mediche con la sua nuova squadra e a breve apporrà la propria firma sul contratto che lo legherà al Leicester per i prossimi quattro anni. Non certo una delle mete più ambite – si era parlato di top club come Juventus o Arsenal per Praet – ma un buon punto di partenza per la scalata verso verso l’Olimpo del calcio inglese.