Connettiti con noi

News

Riapertura stadi Serie A: ex abbonati in pole, la soluzione della Sampdoria

Pubblicato

su

I tifosi sono pronti a tornare negli stadi di tutta Italia: i club hanno evitato di mettere in vendita gli abbonamenti, privilegiando gli ex abbonati

Tra poco più di una settimana i tifosi potranno rientrare agli stadi riempiendoli al 50% della loro capienza. I club stanno studiando le migliori modalità per mettere in vendita i biglietti e – tra le big – l’orientamento è simile. L’Inter ha dato la possibilità ai possessori di tessera nella stagione 2019-20 di acquistare quattro tagliandi nello stesso settore di due anni fa, e ora gli altri abbonati potranno scegliere i posti residui. Alla Juve precedenza ai membri J1897, quindi agli ultimi abbonati e solo a quel punto via con la vendita libera, mentre il Milan sta valutando una prelazione per i vecchi tesserati, sempre su gare singole. La Sampdoria ha deciso di non mettere in vendita abbonamenti, ma di utilizzare la soluzione dei biglietti singoli: i tifosi blucerchiati potranno sfruttare i voucher.

Come spiega La Gazzetta dello Sport, quasi tutte le 20 squadre del nostro campionato (ad eccezione del Cagliari, che sta portando avanti l’idea di un mini abbonamento per un numero di gare da definire e, con tempi più lunghi, forse del Venezia) hanno un comportamento in linea con la situazione. Dunque, partendo dal pieno rispetto della normativa anti Covid-19, si va generalmente verso l’esclusiva vendita di biglietti per gare singole, eventualmente con una prelazione riservata ai vecchi abbonati della stagione 2019-2020.