Ripresa Serie A, Pagliuca incredulo: «Che vita sarebbe per un atleta?»

pagliuca bologna primavera
© foto www.imagephotoagency.it

Pagliuca dubbioso sulla ripresa della Serie A. E sui protocolli: «Il calcio è uno sport di contatto»

Gianluca Pagliuca, ex portiere dello scudetto della Sampdoria, torna a parlare della ripresa della Serie A. I protocolli approntati per il ritorno in campo non tengono conto che il calcio è un gioco di contatto, questa l’idea di Pagliuca.

«Si parla di test a tappeto sui calciatori, test sierologici, ritiri, protocolli rigidissimi. “Che vita sarebbe questa per un atleta? La risposta potete trovarla da soli. Io credo che fino a che non ci sarà un vaccino far ripartire il calcio sia un rischio altissimo. Io stesso sto impazzendo senza calcio e basket, ma il calcio è uno sport di contatto e ogni contrasto presenta potenzialmente un rischio di contagio», precisa a Il Resto del Carlino.