Tonelli e il lavoro da casa: «Neanche la metà di un allenamento»

tonelli sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Il difensore della Sampdoria Tonelli non pensa alla ripresa del campionato di Serie A: «Prima battiamo il virus, poi torniamo in campo»

Lorenzo Tonelli non riesce ancora a pensare alla ripresa della Serie A. Gli allenamenti casalinghi non sono in grado di sopperire a quelli classici e non preparano a reggere i ritmi partita. Poi resta la paura del contagio: «Non scherziamo, per quanto ti impegni a casa non arrivi al 50% di un allenamento normale».

«Avendo il giardino riesco perfino a correre, ma vuoi mettere il ritmo delle partitelle? Il problema è che con tutta questa incertezza, la paura del contagio che non passa, il pallone non è nei pensieri. Mi rendo conto degli interessi che muove il calcio, forse è sbagliato dire: facciamola finita qui. Per non è nemmeno giusto ripartire a tutti i costi. Prima battiamo il virus. Poi, in totale sicurezza, torniamo in campo», precisa sulle pagine di Repubblica.