Ripresa Serie A, Ulivieri: «Malagò? Tante parole, deciderà il Governo»

stipendi allenatori
© foto www.imagephotoagency.it

Ripresa Serie A, Ulivieri replica a Malagò in relazione al via al campionato il weekend del 13-14 giugno: «Tanto deciderà il Governo»

Il presidente dell’Assoallenatori Renzo Ulivieri ha commentato la situazione della Serie A in vista della ripresa degli allenamenti di gruppo. Restano ancora tanti dubbi, soprattutto relativi alle condizioni poste dal protocollo del Cts: «La responsabilità del medico Civile e penale c’è sempre, come per ognuno di noi. Se succede che viene giù una porta è anche dell’allenatore che non ha verificato oltre che del presidente, nei dilettanti. Ma se il medico dimostra che ha seguito le regole e fatto di tutto per farle rispettare è a posto. I protocolli vanno rispettati, non si può fare ognuno come vuole. Io perdo la mia libertà nell’interesse degli altri. La speranza è che queste regole possano essere più morbide, andando avanti in base ai numeri dei contagi, per questo le regole cambiano in continuazione».

Ritiri e ripresa del campionato di Serie A: «Basterebbe la quarantena volontaria, sua e della famiglia, dipende tutto dalla nostra volontà e responsabilità sociale. Si sono sentiti tanti discorsi ma ripeto chi decide è solo la Federazione in base alle linee del Governo, poi può parlare chiunque. Anche i club devono capire che nelle Leghe e nella Federazione sono già rappresentati e bisogna attenersi alle decisioni prese. Sui ricorsi spero che si mettano d’accordo prima», ha precisato Ulivieri a Radio Lady.