Risultati e investimenti: come cambia la classifica della Serie A

Bruno Fernandes
© foto Valentina Martini

Il campionato 2016/2017 è quasi terminato, mancano quattro partite prima di porter archiviare tutto e pensare già alla nuova stagione: vediamo, sulla base degli investimenti iniziali, come cambia la classifica di Serie A

Ogni squadra, all’inizio del campionato, si presenta con un obiettivo: per la Juventus è lo scudetto, per le due squadre di Milano il piazzamento in zona coppe, per la Sampdoria la parte sinistra della classifica e magari qualcosa di più. Tutte le squadre si presentano al primo appuntamento di campionato forti degli investimenti fatti in estate (e poi in inverno) per rafforzare le proprie rose ma, non sempre, quegli investimenti portano i risultati sperati. Vediamo, con l’aiuto del CIES, il centro di statistica ed elaborazione dati svizzero, come dovrebbe essere la classifica di Serie A sulla base degli investimenti iniziali. Innanzitutto non cambia il vertice della classifica: la Juventus con il suo cospicuo investimento iniziale è dove dovrebbe essere. La prima diversità la troviamo per quanto riguarda il secondo posto: l’Inter, forte dei suoi milioni spesi per rafforzare la rosa, dovrebbe trovarsi al secondo posto e invece è a cinque posizioni di distacco. Situazione invariata per quanto riguarda il Napoli al terzo posto.

COME SI PIAZZA LA SAMPDORIA? QUASI IN LINEA – Vediamo a questo punto come si piazza la Sampdoria che ha fatto un investimento iniziale importante. Secondo il CIES la squadra di Giampaolo dovrebbe trovarsi all’ottavo posto, quindi a sole due lunghezze dall’attuale decimo posto occupato. Cambia però il novero delle squadre che si trovano attorno alla squadra blucerchiata: innanzitutto il Torino dovrebbe trovarsi dietro (e non davanti) seguito dal Sassuolo, poi l’Udinese stabile all’11.a posizione, il Bologna che invece è in 15.a e poi il Genoa che invece si trova invischiato nella lotta per non retrocedere. Chi ha fatto meglio e chi ha fatto peggio? Sul fronte delle squadre che hanno investito poco e tratto tanto dalla loro classifica troviamo l’Atlanta a +10 posizioni in classifica, seguita dal Chievo a +4 rispetto a quella che dovrebbe occupare, assieme al Cagliari neopromossa. Tra le peggiori, oltre la citata Inter, il Palermo e il Sassuolo: la squadra di Di Francesco dovrebbe essere decima e invece è 14.a e i rosanero dovrebbero essere salvi mentre si trovano in 19.a posizione.

Articolo precedente
trotta sampdoriaCalciomercato Sampdoria, idea Trotta per l’attacco
Prossimo articolo
Giampaolo SampdoriaTorino-Sampdoria, il commento tecnico: Tornati in carreggiata