River-Boca a Genova: la risposta della CONMEBOL

Superclásico genova
© foto Twitter

La finale della Copa Libertadores non si giocherà in Argentina: favorita Asuncion, ma Genova e Abu Dhabi sperano

La finale di ritorno della Copa Libertadores tra River Plate e Boca Juniors si disputerà l’8 o il 9 dicembre fuori dall’Argentina. Niente Monumental, niente Buenos Aires, dunque, dopo il clima di guerriglia urbana, creato dai tifosi di casa prima del Superclasico di sabato scorso, che ne ha causato il rinvio. Al termine della riunione organizzata ad Asuncion dalla CONMEBOL è stata comunicata la decisione definitiva: «Risulta prudente che non si giochi all’interno del paese». Non è ancora chiara la data esatta, non si conoscono l’orario e la città che ospiterà la partita più attesa dell’anno in Sud America. Anche se una favorita c’è: si tratta della capitale del Paraguay.

Asuncion rischia di vincere la sfida a distanza con Abu Dhabi e Genova, che nella giornata di ieri ha fatto pervenire a River Plate e Boca Juniors la propria candidatura. L’ipotesi di portare il Superclasico in Italia, tra le mura del ”Ferraris”, però resta valida perché la CONMEBOL dovrà stabilire più avanti la sede ufficiale della finale. Il primo nodo da sciogliere adesso è un altro: respingere la richiesta del Boca, che non ha intenzione di scendere in campo e vorrebbe assegnata la vittoria a tavolino a discapito dei rivali del River.

Articolo precedente
gradinata sud derby genoa-sampdoriaTutti pazzi per la Samp: è tra i club più simpatici della Serie A
Prossimo articolo
derby SampdoriaIl Derby della Lanterna costa caro: Samp multata