Connettiti con noi

Gli Ex

Robbiati: «Ranieri è una sicurezza. Mi piace un giovane della Sampdoria»

Francesca Faralli

Pubblicato

su

parma sampdoria

Sampdoria Fiorentina, Robbiati ricorda il gol contro i blucerchiati e racconta qualche aneddoto su Ranieri: le sue parole

Anselmo Robbiati, ex calciatore della Fiorentina dal 1993 al 1997, è stato allenato da Claudio Ranieri. In vista del match tra la squadra viola e la Sampdoria, Robbiati racconta qualche aneddoto sul tecnico bluerchiato al Secolo XIX.

GOL CONTRO LA SAMPDORIA – «Ho segnato di destro, evento più unico che raro. Colpo di testa di Batistuta, respinta del portiere e mio gol di destro. Che spettacolo Marassi, era il massimo per me giocarci»

RANIERI – «Prima delle partite mi diceva: “Oggi mi servi lì”. Mi usava sulla fascia o trequartista o seconda punta. Svariavo. Magari partendo dalla panchina. Non mi pesava, quando un allenatore ti mostra questa considerazione tu ti senti galvanizzato. Oddio, dipende dal giocatore, magari a fine carriera ti scoccia di più ma per un giovane, come oggi presumo per Damsgaard, è una forma di apprezzamento e ti motiva. Di Ranieri ricordo l’equilibrio, la sicurezza che portava a un gruppo pieno di campioni. Urla dalla panchina ne faceva come un matto anche allora me nello spogliatoio sempre parole misurate nei momenti più difficili. Tra un tempo e l’altro, per esempio, era un maestro di lucidità e saggezza»

DAMSGAAARD – «Mi piace, ma è destro. Io essendo mancino mi rivedo più in Orsolini del Bologna».

Advertisement