Romei punta in alto: «Alziamo l’asticella». E sul cambio Zapata-Defrel…

Romei sampdoria
© foto Mattia Bronchelli

L’avvocato Romei si gode i risultati della Sampdoria, ma tiene alta l’asticella delle aspettative. E sul mercato non ha dubbi

L’avvocato Antonio Romei, braccio destro del presidente Massimo Ferrero, non ha dubbi sul fatto che la Sampdoria non debba cullarsi su quanto di buono fatto in questo inizio di campionato. La strada da percorrere è tanta, la solidità difensiva è un valore aggiunto e le scelte di mercato, per ora, stanno dando ragione alla dirigenza: «Dobbiamo tenere l’asticella alta sulle prestazioni, altrimenti iniziamo il giochetto dell’anno scorso e poi sappiamo come è finita» afferma a Tuttosport. Squadra nuova, difesa perfetta, sono segnali di una Samp che può dire la sua in campionato: «Siamo ancora all’inizio, però è un indizio di solidità importante: dobbiamo continuare su questa strada. Abbiamo molti giocatori impegnati con le Nazionali, una grande soddisfazione per noi. Vuol dire che i giocatori si migliorano. Uno tra quelli che sta crescendo è Murru».

Tra i tanti nuovi c’è il portiere, Emil Audero e in attacco Gregoire Defrel. Entrambi hanno sostituito due colonne della Sampdoria 2017/18: «Emiliano Viviano è stato una bandiera, un ragazzo con cui abbiamo un grandissimo rapporto. Anche in porta abbiamo deciso di voltare pagina, nell’ottica del ringiovanimento della squadra. Abbiamo tenuto solo Quagliarella e Barreto come over 30. Zapata-Defrel è stato un cambio sofferto. Duvan è un giocatore molto forte, lo ha dimostrato anche domenica. C’è stata questa opportunità, volevamo più qualità e in avanti un giocatore come Defrel ci era sempre piaciuto. Ma Duvan è un ragazzo d’oro, merita tutte le fortune d mondo, un grandissimo campione. Abbiamo fatto una scelta, per ora ci sta andando bene. Quagliarella in nazionale? Queste sono scelte di Mancini. Per quello che fa, Fabio si merita l’azzurro. Ma non voglio entrare nel merito. Sono già contento che ci siano Tonelli e Caprari. Sta facendo bene ed è partito con il piede giusto», ha concluso Romei.

Articolo precedente
praet sampdoriaPraet giura amore: «Mi sento importante, non voglio lasciare la Samp»
Prossimo articolo
nazionale italiana genova ponte morandiItalia e Ucraina omaggiano le vittime di ponte Morandi