Romei risponde a Thereau: «Abbiamo preso Zapata, nessun rimpianto»

Romei sampdoria
© foto Mattia Bronchelli

Antonio Romei risponde a Thereau e introduce Sampdoria-Fiorentina: «Nessun rimpianto, ora abbiamo Zapata. Domenica dobbiamo riscattarci»

Hanno fatto un po’ discutere le dichiarazioni rilasciate ieri pomeriggio da Cyril Thereau, attaccante della Fiorentina che, in estate, sembrava davvero ad un passo dal vestire la maglia blucerchiata. Come raccontato dallo stesso centravanti francese, mentre era sulla via di Milano per firmare con la squadra genovese lo aveva chiamato l’allenatore viola Pioli, convincendolo in breve tempo a rinnegare il proprio accordo con la Samp per trasferirsi a Firenze. Di questo episodio e della gara che aspetterà la squadra di Giampaolo domenica pomeriggio, proprio contro la formazione gigliata, ha parlato Antonio Romei: «La sfida contro la Fiorentina – ha affermato il legale del presidente Ferrero a firenzeviola.it rappresenta per noi un appuntamento molto importante. Abbiamo l’obbligo di riscattarci dopo la brutta prestazione di Benevento. La squadra è molto motivata per cui sono certo che faremo una bella partita».

A proposito della vicenda relativa a Thereau, Romei non si scompone, rispondendo a tono alle dichiarazioni dell’attaccante: «Era la nostra idea per sostituire Schick, avrebbe dovuto far coppia con Ramirez. Al posto suo è arrivato poi Zapata, che come è sotto gli occhi di tutti sta facendo molto bene. Nessun rimpianto dunque, ognuno ha scelto la sua strada. Meglio Simeone o Zapata? Penso che siano stati due ottimi acquisti per entrambe le formazioni. I numeri collezionati dai due attaccanti sono di livello, sono certo che ce lo faranno vedere anche domenica pomeriggio». Un’ ultima battuta, infine, su Chiesa, giovane promessa del calcio italiano: «E’ un ragazzo di grande valore. Da italiano sono contento che un giocatore come lui stia crescendo così tanto. A maggior ragione se, in virtù della sua nascita e dei trascorsi del padre, ha dei legami così forti con la realtà della Samp. Gli auguro il meglio… ovviamente però a partire dalla gara successiva a quella di domenica».