Samp, cala i tuoi assi: così puoi far male all’Atalanta

Sampdoria Milan ramirez
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria-Atalanta, i blucerchiati hanno la possibilità di far male alla difesa ospite sfruttando le proprie carte forti: tecnica e velocità

Domenica pomeriggio l’Atalanta farà visita alla Sampdoria: una partita che si preannuncia difficile per i blucerchiati, chiamati dopo due settimane di pausa dovuti agli impegni delle Nazionali a riscattare la sonora sconfitta subìta in Friuli. Dall’altra parte del campo, Quagliarella e soci troveranno una squadra quadrata, ben organizzata, abile a chiudersi in difesa e a ripartire sfruttando la velocità dei propri uomini d’attacco. Cerchiamo dunque di vedere quali potrebbero essere le armi a disposizione dei blucerchiati per cercare di far male alla retroguardia nerazzurra. Anzitutto, va detto che gli orobici utilizzano una difesa a tre, come solito per le squadre di Gasperini, in grado di unire la fisicità ad una discreta tecnica – vedasi Caldara, ma soprattutto Masiello. Se si deve trovare un punto debole, va ricercato nella non esagerata velocità dei singoli, che spesso sono andati in difficoltà quando hanno dovuto affrontare giocatori tecnici e rapidi.

In tal senso, va da sé che una delle armi tattiche più preziose, per mister Giampaolo, sarà rappresentata da Gaston Ramirez: l’uruguagio, più volte elogiato dall’allenatore doriano per la sua capacità di vedere linee di passaggio oscure ai più e per la sua capacità di gestione del pallone, dovrà essere bravo non solo a servire gli avanti blucerchiati nel modo giusto, ma anche a sfruttare la sua rapidità di gamba e di dribbling per creare superiorità numerica e, quindi, situazioni potenzialmente pericolose. Se il lavoro di sfiancamento nei confronti dei difensori avversari sarà prerogativa di Zapata, è facile immaginare che il colombiano non disputerà tutto il match per via della stanchezza conseguente al viaggio di ritorno dalla Colombia. Ecco allora che Caprari potrebbe avere una buona mezz’ora, nel finale di gara, per sfruttare la sua tecnica e la sua velocità contro la provata difesa nerazzurra – che potrebbe anche dover rinunciare a Toloi, un’assenza che rischierebbe di pesare molto per Gasperini. Attenzione, infine, ai movimenti di Dennis Praet, che ha più volte dichiarato la propria intenzione di trovare la via del gol con più facilità quest’anno: la sua tecnica sulla sinistra potrebbe risultare molto utile nel duello con Hateboer e con il centrale di destra nerazzurro Palomino. Se la Samp saprà sfruttare i punti deboli dei bergamaschi in tal modo, le possibilità di portare a casa l’intera posta si alzeranno notevolmente.

Articolo precedente
palombo corso allenatori fotoPalombo a Coverciano: che compagni di corso! – FOTO
Prossimo articolo
Osti SampdoriaOsti l’ambizioso: «Dopo le prime sei vogliamo esserci noi»