Samp, niente soldi per Viviano: lo Sporting rinegozia

Viviano
© foto Twitter

La Sampdoria vanta un credito di due milioni di euro per Viviano. Problemi di cassa fanno slittare il pagamento, lo Sporting vuole rinegoziare

La Sampdoria ha incassato dallo Sporting Lisbona un primo bonus, legato al rendimento di Bruno Fernandes. Un somma irrisoria se paragonata a quella che il club di Massimo Ferrero avrebbe dovuto incassare per Emiliano Viviano nel mese di febbraio. Lo Sporting non ha ancora saldato la prima tranche, prevista dal contratto di cessione del portiere. La società doriana non è l’unica a trovarsi in questa situazione dato che il Guimarães e il Racing Avellaneda vantano anch’essi un credito per Raphinha e Marcos Acuna. A quanto riporta il quotidiano Record, la Sampdoria sarebbe a conoscenza dei problemi di tesoreria dello Sporting ma starebbe aspettando il primo pagamento pari a un milione di euro.

L’accordo per la cessione di Viviano, concluso sotto il mandato del presidente uscente Bruno De Carvalho, prevedeva il versamento immediato di due milioni di euro ai quali sarebbero seguiti altri due pagamenti nel mese di febbraio e di settembre, pari a un milione di euro ciascuno. Fino ad oggi sono state erogate solo le somme relative allo stipendio del giocatore. Con la partenza di Viviano verso la Spal ogni onere legato agli emolumenti è stato trasferito in capo alla società di Ferrara, ma resta comunque il problema di saldare quanto ancora dovuto alla Sampdoria. La situazione di stallo potrebbe risolversi rinegoziando l’accordo, come lo Sporting ha fatto con il Racing per l’ultima rata di Marcos Acuna.