Difensori Sampdoria: i flop del 2020

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

I tre difensori della Sampdoria che hanno sorpreso in negativo durante il 2020: bocciati Bereszynski, Murru e Depaoli

Il 2020 ci ha messo di fronte a un Bartosz Bereszynski in grande difficoltà. Il terzino polacco è stato il titolare della fascia destra blucerchiata per tutto l’anno, ma le prestazioni sono state quasi sempre insufficienti. Tra la fine della passata stagione e l’inizio di quella nuova, l’ex Legia Varsavia ha dato l’impressione di essere alla fine della sua avventura a Genova. Dopo essere arrivato alla Sampdoria nel gennaio 2017, infatti, la sensazione è che il 2021 sarà l’anno del definitivo divorzio.

Nicola Murru è stata un’altra grande delusione di questo anno. Da quando Marco Giampaolo ha lasciato la Sampdoria, il terzino è sembrato tornato quello dei primi mesi in maglia blucerchiata: spento, impreciso e svogliato. Con l’arrivo di Augello, Ranieri non ha esitato un attimo a relegare in panchina l’ex Cagliari, che al termine della passata stagione ha voluto raggiungere il suo mentore a Torino.

Sorte simile è toccata a Fabio Depaoli che, nonostante il largo minutaggio concessogli da Ranieri, non è riuscito ad imporsi con la maglia doriana, tanto da essere ceduto, nel giro di pochi giorni, all’Atalanta di Gian Piero Gasperini. Dopo aver fallito anche l’esperienza bergamasca il terzino scuola Chievo è pronto a tornare a Genova per una seconda chance nel nuovo anno.