Sampdoria, aggredisci: così si batte il Genoa

linetty sampdoria
© foto Valentina Martini

Verso Genoa-Sampdoria, la parola d’ordine dovrà essere aggredire: pareggiare l’agonismo degli avversari per far emergere il gap tecnico

Negli anni, i tifosi blucerchiati e rossoblù hanno imparato che non importa come si arriva al Derby della Lanterna, se una delle due squadre è favorita, se i valori tecnici delle due rose sono differenti e se una delle due formazioni non vince da tempo immemore. Al derby tutto può succedere, perché si tratta di una partita che esula dal contesto del campionato, nella quale vince chi mette intensità, concentrazione ed aggressività in misura superiore rispetto all’avversario. Solo così la squadra tecnicamente più forte può far emergere il gap con gli avversari e solo così la squadra meno forte dal punto di vista delle individualità può avere un’occasione per vincere la partita. La chiave sta dunque soprattutto nell’approccio alla partita, alla voglia e alla cattiveria agonistica che si mettono in campo. Normale però che ci siano da curare anche i dettagli tattici, perché una squadra ben intenzionata ma senza organizzazione soccombe rapidamente.

Vediamo allora quali potrebbero essere le mosse giuste, da parte del tecnico della Sampdoria Giampaolo, per sorprendere la difesa del Genoa. Anzitutto, si tratterà di un match molto fisico. Da questo punto di vista, va detto che la Samp potrà finalmente contare, dopo diverso tempo, su un attaccante in grado di tener botta ai difensori avversari proprio dal punto di vista della fisicità: Zapata sarà fondamentale in questo senso per le sponde, le spizzate, le “sportellate” che dovranno aprire varchi a Quagliarella, al trequartista e ai centrocampisti. Inutile dire che, contro una difesa statica come quella dei rossoblù, la chiave di volta della gara potrebbe essere rappresentata da quei giocatori in grado di dribblare e creare superiorità numerica: da questo punto di vista, ci si aspetta da Ramirez e Caprari la giocata risolutiva, con l’uruguagio che, partendo probabilmente dalla panchina, potrebbe risultare decisivo a gara in corso, se Giampaolo saprà stimolarlo nel giusto modo.

Come non far affidamento, poi, sui centrocampisti? Linetty ha dimostrato di essere in uno stato di forma smagliante, sta diventando decisivo anche in zona-gol e contro la difesa del Genoa, che ha dimostrato più volte difficoltà nel leggere gli inserimenti degli avversari, potrebbe provare ad aggiornare le proprie statistiche. Altro giocatore che potrà dire la sua è Praet, dal quale i tifosi si aspettano una rete: sbloccarsi nel derby sarebbe una soluzione niente male per il belga, che però, dovesse giocare Linetty, stazionerà sulla destra, zona di campo forse meno congeniale per lui. In linea generale, la Samp dovrà mettersi in condizione di far emergere la differenza di qualità che indubitabilmente sussiste fra le due squadre: per questo, la parola d’ordine dovrà essere aggredire, non lasciar respirare i rossoblù e pareggiare l’agonismo che metteranno in campo gli avversari. Così facendo, si creeranno le condizioni per indirizzare la partita dalla propria parte.