Connettiti con noi

Focus

Sampdoria 2021/22: i peggiori blucerchiati nel girone d’andata di Serie A

Pubblicato

su

Sampdoria 2021/22: ecco quali sono stati i blucerchiati peggiori durante il girone d’andata di Serie A

Ecco quali sono stati i calciatori della Sampdoria ad aver deluso ogni aspettativa durante il girone d’andata della Serie A 2021/22.


Sampdoria 2021/22: i blucerchiati flop nel girone d’andata

Julian Chabot 5,5 – Alti e bassi. Avrebbe potuto anche essere un sei la sua valutazione complessiva per quanto fatto vedere nel girone di andata, ma i tanti, troppi, gialli e i molti falli ingenui commessi abbassano di mezzo punto il voto finale. Chabot si è sempre fatto trovare pronto, ma al livello di prestazioni deve crescere in sicurezza.

Fabio Quagliarella 5.5 – Due gol su calcio di rigore. Un bottino veramente misero per il capitano della Sampdoria. Complice la totale assenza di un esterno in grado di fare da collante tra il centrocampo e l’attacco (ad eccezione di Candreva che però non può far tutto), il buon Fabio si è trovato spesso e volentieri da solo. Soprattutto nella prima parte di stagione dove il parco attaccanti si riduceva a lui solo.

Valerio Verre 5,5 – Difficile dare un voto che non sia condizionato dal fatto che in questo girone d’andata abbia trovato poco spazio, sia stato utilizzato in un ruolo a lui non congeniale e sia stato pure falcidiato dagli infortuni. Le poche volte che è entrato in campo ha fatto abbastanza bene, ma non ha inciso. Potrebbe partire a gennaio. Incompiuto.

Kristoffer Askildsen 5,5 – Lato positivo: ha trovato più spazio rispetto alle scorse stagioni. Lato negativo: Deve mettere su massa. Troppo leggero. Le idee che ha in testa non sono tutte da scartare e esce sempre con la maglia sudata, ma non basta. La strigliata di D’Aversa gli ha fatto bene perché il finale è stato in crescendo.

Nicola Murru 5 – Sebbene D’Aversa ne abbia sempre elogiato la dedizione negli allenamenti e il mettersi a disposizione anche quando non era al 100%, Nicola non è riuscito a incidere. Escluso il gol realizzato nel match vinto contro l’Hellas Verona.

Francesco Caputo 5 – Quattro gol è un bottino troppo misero per un attaccante che ne faceva a grappoli con il Sassuolo. C’è da dire che in neroverde gli arrivavano almeno il 50% di palloni giocabili in più. In ogni caso a livello di prestazioni non ha inciso come ci si poteva aspettare dopo la doppietta di Empoli. Si rifà con il gol nel derby, ma non basta.

Mohamed Ihattaren 3 – Il voto più basso della scala di valori. Arrivato sovrappeso di qualche chilo, non è mai rientrato nelle rotazioni. È passato agli onori della cronaca per gli sbadigli all’Allianz Stadium e, soprattutto, per la fuga senza ritorno. Pacco ambulante.