Sampdoria, Bottinelli: «Il Coronavirus non mi farà ritirare»

© foto www.imagephotoagency.it

L’ex calciatore della Sampdoria Bottinelli non vuole arrendersi: «Il coronavirus non mi farà ritirare»

L’ex calciatore della Sampdoria Pablo Bottinelli analizza la situazione post Coronavirus ai microfoni di Superfootball.

CORONAVIRUS – «Quando parliamo con il sindacato pensiamo che si possa tornare a giocare quest’anno, ma vediamo che i casi stanno aumentando e sta diventando tutto molto complicato. Bisogna essere cauti e attendere ciò che verrà deciso dal Governo e l’Associazione del Calcio Argentino. Non si può far altro che aspettare. Vorrei si tornasse a giocare ma non credo che le condizioni adesso siano le migliori. Avremo bisogno di un periodo di adattamento dai 30 ai 40 giorni».

CALCIATORI – «La maggior parte dei calciatori non esce molto. Prendiamo alcune precauzioni, ma i medici del club lavorano negli ospedali e sono i primi ad essere molto esposti. Il Coronavirus non mi farà ritirare, lo voglio fare quando decido io. Al momento ho un contratto fino al 30 giugno. Mi trovo in una situazione di incertezza, ma sono felice a Santa Fe, dove non ci sono contagi da molto tempo. La gente mi vuole bene e io mi sento a mio agio, ma tutto dipenderà dai dirigenti e dal nuovo allenatore».