Sampdoria, con Keita e Candreva cambia la manovra offensiva. L’analisi

candreva sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Con gli arrivi di Keita Balde e di Antonio Candreva, la manovra offensiva blucerchiata cambierà rispetto alla passata stagione. L’analisi

Claudio Ranieri, al termine della scorsa stagione, ha chiesto espressamente a Massimo Ferrero acquisti di spessore internazionale ma, soprattutto, di esperienza. Con gli arrivi di Keita Balde e Antonio Candreva il presidente della Sampdoria sembrerebbe aver accontentato l’allenatore romano.

LEGGI ANCHE – Sampdoria, torna di moda il centrocampo a tre: Ranieri pensa a chi affidare la regia

Nella passata stagione, la manovra offensiva blucerchiata era caratterizzata dalla spinta degli esterni del centrocampo a quattro con la ricerca del passaggio finale alle due punte. Con i nuovi acquisti, oltre al modulo, potrebbe cambiare anche lo stile di gioco nel reparto offensivo. In un ipotetico 4-3-3 o 4-2-3-1, gioverebbero del cambiamento sicuramente gli esterni offensivi appena arrivati a Genova, che potrebbero approfittare delle sponde del capitano Quagliarella e tagliare verso la porta per cercare la conclusione.