Sampdoria-Crotone, Giampaolo: «Eguagliare la loro rabbia»

Sampdoria difesa
© foto Valentina Martini

Sampdoria-Crotone, Marco Giampaolo presenta la partita contro gli squali rossoblù. Un occhio è rivolto all’Inter, ma la testa è fissa sul Crotone

Inizia una settimana impegnativa per la Sampdoria, che avrà in programma due match casalinghi separati dalla trasferta infrasettimanale contro l’Inter. I blucerchiati hanno preparato la partita contro il Crotone durante tutta la settimana e domani mattina scenderanno in campo a Bogliasco per la rifinitura, che scioglierà gli ultimi dubbi su chi schierare dal primo minuto. Marco Giampaolo, ai microfoni di SampTV, presenta le insidie della gara contro gli Squali, avversari da non sottovalutare perché organizzati e affamati: «La gara con l’Atalanta non ci deve dare presunzione, ma entusiasmo. Si disperdono tante energie dopo una partita importante, con un alto livello di impegno agonistico e mentale. Nessuno dovrà essere presuntuoso, dai calciatori a tutto l’ambiente. Dobbiamo capire che ogni volta bisogna metterci nuovamente la faccia, bisogna cancellare quel quaderno già scarabocchiato e scrivere nuove pagine. Questa è la grandezza di una squadra che vuole crescere».

Come affrontare il Crotone? Sicuramente Giampaolo ha già spiegato ai suoi ragazzi cosa vuole vedere: «So cosa ci aspetta domani, so come gioca il nostro avversario e quali sono le loro caratteristiche: la partita è come se la stessi vivendo o l’avessi già vissuta – spiega l’allenatore blucerchiato -, ai miei calciatori chiedo di essere rapidi a capire le cose che abbiamo visto e che partita dovranno fare. Dovremo giocare con il loro stesso livello di rabbia. Il Crotone non è una squadra improvvisata, ha saputo tenere testa a squadre importanti di questo campionato. Ha le idee chiare, e per questo la partita sarà difficile sul piano tecnico-tattico. I tre punti valgono ugualmente che sia oggi, domani o tra un mese: le risposte che mi aspetto vanno di pari passo. Se non giochi con impegno mentale, fai male tecnicamente; se non fai bene sul piano tecnico, questo incide sul piano mentale. Dobbiamo creare situazioni che ci permettano di dare inerzia positiva alla partita».

Qualche lieve modifica alla formazione dovrà essere fatto, premette Giampaolo, anche in previsione della prossima sfida contro l’Inter: «Ho una rosa con tanti giocatori, in grado di poter giocare dalla partita dall’inizio. Questo è frutto della crescita dei giocatori, c’è chi cresce e si migliora all’interno della squadra stessa: chi c’era è cresciuto, e chi è arrivato contribuirà a fare in modo che la squadra cresca ancora. Nelle tre partite qualcosa si dovrà cambiare – prosegue -, ma penso a giocarmele una alla volta e con i calciatori che ritengo più funzionali all’avversario, con un piccolo sguardo alla partita di martedì: le scelte che faccio sono orientate al Crotone, con un mezzo occhio rivolto alla partita di Milano per contestualizzare bene i giocatori che ho a disposizione per queste due partite».