Damsgaard: «Ranieri è il top. Derby? Sono pronto»

© foto www.imagephotoagency.it

Mikkel Damsgaard, centrocampista della Sampdoria, fa il punto in vista dell’imminente gara contro il Genoa

Mikkel Damsgaard, centrocampista della Sampdoria, si racconta a La Gazzetta dello Sport. Le sensazioni sul club doriano in vista del Derby della Lanterna contro il Genoa.

INIZI – «Ho iniziato a giocare nel mio paese e poi a otto anni sono passato al Nordsjaelland. Grandi ricordi. Mio padre è stato fondamentale. Ho un grande rapporto con lui. Mi ha guidato quando ero ancora un bambino e mi ha fatto crescere»

TESTA – «Cerco sempre di ragionare in modo più veloce degli avversari, per provare ad anticiparli, visto che sul piano fisico posso trovarmi di fronte giocatori più potenti di me»

SAMPDORIA – «Bilancio eccellente, ma ci attendono altre prove difficili. Avanti così»

RANIERI – «È un tecnico al top, esperto, che ha ottenuto risultati grandiosi. Grazie a lui l’inserimento alla Sampdoria è stato agevole»

NORDSJAELLAND – «Perché la sua Accademia lavora da sempre per questo obiettivo, crede nei giovani e lo dimostra. Così un giovane matura più in fretta. È tutto perfetto per far emergere il talento»

INIESTA – «È la sintesi ideale di quello che vorrei diventare. Mi esalta la sua capacità di ragionare in mezzo al campo, ma pure l’intensità di gioco. Vorrei un giorno avvicinarmi a lui»

DERBY – «Con il mio vecchio club sì, ma non credo siano nulla di simile a quello di Genova. Non so che cosa aspettarmi dalla partita contro il Genoa, di certo stiamo giocando un buon calcio»

GENOVA – «Genova mi piace molto, anche se per ora in verità ho visto poco a causa del virus»

THORSBY – «Mi ha aiutato sia in campo che fuori. È prodigo di insegnamenti»

CONTRATTO LUNGO – «Credo molto nelle potenzialità della Sampdoria, così come la società ha dimostrato di avere fiducia in me. Ci sono grandi giocatori, si può diventare ancora più grandi»