Connettiti con noi

Gli Ex

Pellegrini: «Sensi superiore alla media. Giovinco nella Sampdoria…»

Pubblicato

su

Luca Pellegrini, ex calciatore della Sampdoria, ha commentato l’esordio di Stefano Sensi e l’arrivo di Sebastian Giovinco

Luca Pellegrini, ex calciatore della Sampdoria, ha commentato l’esordio di Stefano Sensi e l’arrivo di Sebastian Giovinco. Ecco le sue dichiarazioni ai microfoni di itasportpress.it.

SENSI – «Vedendo giocare Sensi ti accorgi subito che ha tempi e visione di gioco superiori alla media. Non a caso viene dalla prima in classifica. Ha giocato in tutti i ruoli ed io l’ho ammirato in mezzo al campo a Cesena quando faceva coppia con Kessie con Drago allenatore nel 4-2-3-1. Chiaro se davanti alla difesa hai Rincon o Ekdal in quel centrocampo c’è già tanta roba. Davanti alla difesa un mediano di sostanza con le mezzali che danno la qualità del palleggio e scandire i tempi di gioco possono liberare Sensi da compiti di copertura e mettere la sua fantasia a disposizione degli attaccanti. Quando tocca palla lui ti ribalta l’azione da difensiva in offensiva».

GIOVINCO – «Giampaolo preferisce l’attaccante moderno che viene fuori e cuce il gioco. Giovinco ha 35 anni, Caputo 34, Quagliarella 39. L’unico giovane è il 21enne Supryaga. Giovinco completa l’organico ma è importante che l’ucraino entri prima possibile nella dimensione blucerchiata. Quagliarella ha dimostrato che l’età si fa sentire, Caputo non è più giovane. Non vedrei male un triangolo offensivo con Sensi e Giovinco dietro Caputo, visto che Giampaolo predilige calciatori che danno del tu al pallone».