Connettiti con noi

News

Osti Ferrero, a giugno biennale a settembre l’addio: cosa è cambiato?

Pubblicato

su

Divorzio vicino tra Osti e la Sampdoria: a giugno il biennale con un nuovo ruolo cucito su misura, a settembre l’addio. Cosa è cambiato?

Cosa è cambiato da giugno, mese in cui Carlo Osti ha firmato il biennale con l’adeguamento di ruolo, e settembre, mese di ferie forzate che prelude a un addio con la Sampdoria? L’ingresso di nuovi volti in società e accanto a Massimo Ferrero, ad esempio. Ma soprattutto il calciomercato, considerato deludente a livello di cessioni. Insomma, se non sono state realizzate plusvalenze la colpa sarebbe di Osti.

A quanto riporta Il Secolo XIX, l’ingresso di Daniele Faggiano e l’aiuto dei suoi consiglieri di fiducia, avrebbero spinto Ferrero a liberarsi di Osti. La giusta causa del presidente della Sampdoria sarebbe la gestione del mercato in uscita con la sola cessione di Jakub Jankto al Getafe. Singolare come in una sessione di scambi gestita e pensata da più teste, l’unico a cadere sia Osti, storico dirigente al fianco di Ferrero dal suo insediamento in blucerchiato.