Sampdoria macchina da gol: la metà arriva dai nuovi e dai rinati

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

La Sampdoria ha realizzato 25 gol in questa prima parte di Serie A: la metà arriva dai nuovi arrivati, fondamentale però Quagliarella

La Sampdoria si gode un ottimo undicesimo posto, a più otto dalla zona retrocessione e può svoltare a fine girone d’andata con più di venti punti. Basta una vittoria contro lo Spezia, magari anche una contro il Parma e un pareggio contro l’Udinese. Conquistare altri quattro o cinque punti prima della Juventus sarebbe ottimo. La Sampdoria si gode, finalmente, i nuovi acquisti. Adrien Silva sembra essere quasi in condizione, Keita Balde è finalmente riuscito a giocare una partita intera, Antonio Candreva ha superato la crisi con Claudio Ranieri ed è tornato in campo.

LEGGI ANCHE – Sampdoria, quanto entra nelle casse tra fondi e aiuto covid

Un dato che rileva, ma non deve ingannare, è quello dei gol fatti: la metà dei 25 realizzati arriva da giocatori che l’anno scorso non vestivano la maglia della Sampdoria o se la vestivano non erano titolari, come riporta il Secolo XIX. Keita (2), Candreva (2), Damsgaard (2) e Verre (2), sono andati tutti a segno e sono arrivate anche le marcature di Jankto (4), Thorsby (2), Ekdal (2), Augello e Colley (1). Non va però dimenticato chi ha preso per mano la Sampdoria con tre reti pesantissime, in tre partite fondamentali, che se non fossero finite con una vittoria ora si starebbe parlando di un altro campionato: Fabio Quagliarella. Il capitano con i gol in apertura di partita contro Fiorentina, Lazio e Atalanta ha permesso alla Sampdoria di godersi quella che è oggi la sua classifica.