Sampdoria-Feralpisalò: che ruolo per Praet?

© foto www.imagephotoagency.it

Dennis Praet e la frustrazione di un ruolo non suo: provato anche come regista, il belga proprio non ci si vede e vorrebbe migliorare. Dove giocherà oggi in amichevole?

Dennis Praet è ancora un oggetto misterioso. Le doti tecniche le conosciamo tutti, le abbiamo viste nei video di quando non era ancora un giocatore della Sampdoria. Certo, in quel caso giocava nel suo ruolo naturale. Ma alla Sampdoria non sembra esserci modo di metterlo trequartista. Giampaolo lo vede mezz’ala e Praet sta cercando di migliorare come afferma ai microfoni della Gazzetta dello Sport: «Non è facile esser decisivi da lì: hanno segnato soprattutto gli attaccanti e i trequartisti, perché quattro mezzali han prodotto solo cinque gol. Se trovassimo più gol dal centrocampo, sarebbe uno step fondamentale per crescere in classifica. Non è pero semplice assimilare il lavoro che stiamo facendo. L’anno scorso pensavo sempre: dove devo muovermi? Quando devo farlo? Così perdevo l’attimo giusto. Con un anno in più d’esperienza, mi muovo meglio». Effettivamente anche nell’amichevole contro il Sellero Novelle i gol sono arrivati tutti dal reparto avanzato, nessuno dalle mezz’ali. Sono test, quindi vanno presi come tali. Però il punto tenuto da Praet non è privo di fondamento: il centrocampo deve migliorare e deve macinare gol.

Oggi c’è in programma il secondo test contro la Feralpisalò. Seconda amichevole, secondo round di esperimenti per Giampaolo che ha visto in Praet anche un possibile futuro regista. Al belga, lo diciamo subito non piace come ruolo, non ci si vede, come ha affermato lui stesso. Però c’è la volontà di mettersi completamente a disposizione del mister in modo tale da assimilare quali sono i suoi dettami tattici. La tattica è proprio la cosa più difficile che ha trovato Praet in questo primo anno in Serie A. Difficile pensare che per lui possa arrivare la consacrazione nel suo ruolo naturale o meglio potrebbe accadere per una serie di circostanze che impedissero a Giampaolo di schierare sia Alvarez che Djuricic. Per lui, domani, come nel prossimo campionato ci sarà la posizione di mezz’ala ad aspettarlo. Il problema è anche la tanta concorrenza in quella porzione di campo, uno su tutti il soldato Linetty che a Giampaolo piace proprio per la sua concretezza. Praet al tecnico piace per tutte le qualità di gioco che sa esprimere sul campo, ma c’è la necessità di fare il salto di qualità per la Sampdoria e per puntare alla convocazione per il mondiale di Russia2018.

Articolo precedente
Gumus SampdoriaSinan Gümüs, velocità e killer instinct per l’attacco della Sampdoria – VIDEO
Prossimo articolo
Schick sampdoriaLo scopritore di Schick: «Deve andare in un club blasonato»