Connettiti con noi

Hanno Detto

Giampaolo sul futuro: «Il rinnovo non significa nulla. Ora tocca alla Sampdoria»

Pubblicato

su

Marco Giampaolo, allenatore della Sampdoria, ha parlato al termine del match vinto contro la Fiorentina: le dichiarazioni

Marco Giampaolo, allenatore della Sampdoria, ha parlato al termine del match vinto contro la Fiorentina. Le dichiarazioni ai microfoni di DAZN.

QUAGLIARELLA – «Quando un giocatore arriva a 39 anni ed è nelle condizioni di Quagliarella, la risposta è quella lì. È un grande professionista tanto legato a questa maglia, l’ho trovato più maturo e migliorato. Oggi mi aiuta anche nel parlare ai calciatori. In più ha fatto ancora una volta un gran gol: quei colpi li ha solo lui».

SALVEZZA – «Quando lotti per salvarti sono tutte partite difficili e si è visto oggi. Ieri ci siamo salvati e oggi abbiamo giocato la miglior partita da quando sono qui. La Fiorentina invece si giocava l’Europa e il carico mentale ha fatto la differenza. Questo è un insegnamento per tutti: la necessità di saper gestire le pressioni».

SASSOLINO NELLE SCARPE – «Il mio mestiere è essere criticato però ci metto sempre la faccia. Non mi sono mai lamentato ma le più belle risposte me le danno sempre i calciatori».

RINNOVO – «Il rinnovo non significa nulla. Il matrimonio non è scontato. Era importante salvarci per i tifosi, il futuro e la continuità, perché qualche problema c’è. Avremo tempo per discutere, ma dobbiamo fare le cose bene. Abbiamo vissuto in emergenza, ma 36 punti sono pochi per il blasone della Sampdoria. Ripartiamo con le idee chiare, ma ora tocca al club».

INTER – «Il finale di campionato è cambiato negli ultimi anni, è cambiata la filosofia. Non c’è nulla di scontato. Penso al Venezia contro la Roma. È tutto aperto, è giusto che si giochi fino alla fine. Spero che nei prossimi anni il passato, quando si facevano calcoli, venga azzerato».