Sampdoria, attenta: l’Hellas Verona cambia volto

Pecchia Verona
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria-Hellas Verona, due squadre diverse da quelle che si affrontarono all’andata: attenzione a Vukovic e Kean, pedine imprevedibili nel modulo di Pecchia

Sampdoria-Hellas Verona sarà una partita decisamente diversa da quella vista in scena nell’andata di questo campionato. Non tanto per quanto è cambiata la Sampdoria, sebbene effettivamente sia una squadra diversa per esperienza e per elementi inseriti nel contesto generale, ma soprattutto per le scelte che sembra opererà Pecchia per l’undici iniziale. Della squadra che affrontò i blucerchiati all’andata dovrebbero esserci solo cinque interpreti: Nicolas, tra i pali, Caracciolo in difesa,  Valoti e Romulo a centrocampo e Verde per l’attacco: vanno menzionati anche Kean, che subentrò a partita in corso intorno alla metà del secondo tempo, e Buchel che invece venne inserito a pochi minuti dalla fine senza incidere. Dovrebbero essere tutti titolari, con l’aggiunta di Matos, Vukovic, Fares e Ferrari come nuovi innesti. Tra questi il più pericoloso è sicuramente Vukovic che, nella partita disputata contro la Fiorentina, ha dimostrato una offensività che alla lunga può rappresentare un problema. Se il centrocampo gialloblù non sembra preoccupare, non va sottovalutato Kean, sbloccatosi proprio contro la squadra viola la cui voglia e necessità di mettersi in mostra in questa seconda parte di campionato sarà determinante.

Anche la Sampdoria sarà sensibilmente diversa rispetto all’andata di campionato: in porta ci sarà Viviano, il centrale assieme a Silvestre sarà Ferrari (all’epoca furono Puggioni e Regini titolari); il centrocampo cambierà per l’assenza di Praet, Alvarez dovrebbe partire titolare (all’andata fu sostituito da Ramirez che domenica sarà squalificato), in attacco Quagliarella e Zapata dovrebbero scendere in campo dal primo minuto, mentre Caprari subentrare a partita in corso. Rispetto al Verona che ha continuato a produrre risultati altalenanti – più negativi che positivi – la Sampdoria ha avuto un netto miglioramento nelle prestazioni rispetto alle prime gare di campionato, questo dovrebbe riflettersi positivamente sull’economia della gara. Un punto a favore della squadra blucerchiata è il fatto di giocare tra le mura del “Ferraris” che spingerà fisicamente la squadra a dare il massimo. Va sottolineato che l’avversario oggi vede la classifica più corta per la lotta salvezza, per questo motivo ogni partita potrebbe diventare decisiva per prendere i punti necessari: giocherà più aggressivamente, con più determinazione e per questo motivo la contrapposizione dovrà essere perfetta.