Sampdoria-Lazio, le pagelle: Torreira infaticabile, Zapata granitico ma non basta

Sampdoria Quagliarella
© foto www.imagephotoagency.it

Al gol di Zapata la Lazio risponde con grande caparbietà e approfitta di due disattenzioni della difesa blucerchiata: le pagelle

Viviano 5,5: È fortunato sul palo di Parolo, per il resto della partita tiene la posizione con attenzione e reattività. Non può niente sul gol del pareggio, ma potrebbe avere più cattiveria sul gol di Caicedo.

Bereszynski 6,5: Un salvataggio quasi sulla linea nel primo tempo lo riabilita completamente per delle indecisioni troppo visibili in copertura su Lulic e in fase di costruzione. Cresce tantissimo nel secondo tempo, lanciandosi anche in avanti con qualche dribbling arrembante.

Silvestre 6: Francobolla Immobile e gli concede un solo tiro nel primo tempo, tenendolo poi sempre adeguatamente fermo per il resto della partita. Solito lavoro di incredibile fatica e precisione,

Ferrari 5,5: Così come il compagno di reparto tiene alto il muro difensivo su Luis Alberto e Immobile. Ci mette del suo anche in fase offensiva, salendo sempre con pericolosità sui calci piazzati per metterci la testa. Si perde, però, Milinkovic-Savic sul gol del pareggio ed è poco attento anche in occasione del raddoppio laziale.

Murru 6: Così come il suo dirimpettaio difensivo, compie una prodezza unica su Luis Alberto nel primo tempo che gli vale quella riabilitazione dalle indecisioni nel duello con Marusic, che non lo vede sempre vincitore. Nella ripresa, purtroppo, cala e concede troppo spazio.

Torreira 6,5: Una partita in cui è molto più prezioso in fase di copertura che di costruzione: va al tiro nella prima frazione di gara, ma non trova la rete. Nella ripresa ingrana la settima marcia e recupera tutti i palloni possibili in fase difensiva.

Barreto 6: Più preciso di quanto visto a Bologna in fase di costruzione, con dei tocchi più gentili e precisi. In fase di conclusione non si esalta, chiaramente, ma in copertura è sempre l’elastico che piace a Giampaolo e ai tifosi, facendosi trovare in ogni parte possibile del campo. Negli ultimi minuti cala e cede il passo, come tutto il reparto.

Praet 6,5: Un primo tempo di grande costruzione, con tanti tentativi anche alla conclusione. La ripresa, invece, è dedicata più alla sostanza, con dei raddoppi sempre attenti a centrocampo. (dall’83’ Verre s.v.)

Ramirez 6,5: Tantissima sostanza e tantissimo movimento, non sempre in maniera molto coordinata, anzi con una vena di nervosismo nella prima frazione: è comunque prezioso per il gioco della Sampdoria. (Dal 77′ Alvarez s.v.)

Zapata 7: Nel primo tempo lotta con Bastos, nella ripresa passa su Radu e trova qualche spazio in più, soprattutto quello per il gol dell’1-0, che esalta la sua precisione sotto porta.

Quagliarella 6,5: Non segna, ma sin dal primo minuto pressa tantissimo la difesa avversaria. Trova un assist decisivo e ci riprova anche pochi minuti dopo, trovando la chiave di volta per beffare la difesa biancoceleste. (Dal 70′ Kownacki 5,5: Ha un buon inizio, ma poi si perde tra le maglie avversarie).