Sampdoria-Lazio, Viviano: «Non siamo stati pericolosi»

viviano sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria-Lazio, Viviano consapevole della forza degli avversari trova un difetto ai blucerchiati: «Offensivamente poco pericolosi»

Lazio-Sampdoria termina con il risultato di 4-0 per i padroni di casa. I primi due gol arrivano nel primo tempo a causa di disattenzioni difensive, i secondi due nel finale del secondo tempo nuovamente per amnesie del reparto arretrato. Se dietro la Sampdoria balla, davanti è impalpabile. Viviano, intervenuto in zona mista al termine del match, commenta la prestazione dei blucerchiati contro la squadra di Inzaghi: «La Lazio è l’unica squadra che non abbiamo battuto finora. Dal punto di vista fisico dominano la partita, attaccano la profondità, s’inseriscono bene e sono tutte cose che noi soffriamo per la nostra impostazione di gioco. L’unica cosa che non siamo riusciti a fare è essere pericolosi davanti, quello poteva cambiare la partita. Sapevamo che venire all'”Olimpico” e non prendere gol sarebbe stato difficile, ma non creando nemmeno azioni da gol diventa ancora più difficile. Il valore dell’avversario c’è ed è conosciuto. Gli ultimi due gol presi in maniera assolutamente evitabile portano la sconfitta ad essere molto più pesante. Penso che la Lazio andrà in Champions League, ha il calendario più facile rispetto alle avversarie. Questa è una squadra forte che può giocarsela con tutti. Hanno uno strapotere fisico incredibile, attaccano con giocatori molto forti e hanno sempre tante alternative. Milinkovic Savic è un extra-terrestre, è il più forte del campionato».