Strinic incanta Giampaolo: è la sicurezza ritrovata

Strinic
© foto www.imagephotoagency.it

La Sampdoria ha chiuso l’operazione Strinic: una richiesta specifica di Giampaolo per ritrovare la sicurezza perduta sulla sinistra

Tra i tanti nomi discussi con il Napoli, è spuntato quello di Ivan Strinic. Il terzino classe ’87 è una richiesta specifica del tecnico Marco Giampaolo, che necessitava di un giocatore della sua esperienza per tornare a dormire sonni tranquilli sulla fascia sinistra. La Sampdoria ne ha discusso con il Napoli, e dopo giorni di trattative e complicazioni, alla fine le parti hanno trovato una soluzione inserendo il croato nel “pacchetto” da 22 milioni che ha portato anche Duvan Zapata a vestire la maglia blucerchiata. Sorge spontanea una domanda: è davvero importante possedere in rosa un giocatore dalle sue caratteristiche?

L’età è il fattore determinante: seppur abbia compiuto trent’anni quest’estate, Strinic vanta una discreta carriera in campo internazionale e può rivelarsi un valore aggiunto. Partendo dalla panchina nelle gerarchie dell’allenatore, saprebbe comunque farsi trovare pronto e non rappresenterebbe un’incognita come lo sono stati Daniel Pavlovic e Dodô nel corso del recente campionato. Impiega un po’ di stagioni per lasciare la Croazia, malgrado una brevissima parentesi nella seconda formazione del Le Mans. Dice addio al suo Hajduk Spalato per firmare con il Dnipro, colleziona tre presenze nella Nazionale maggiore e disputa la finale dell’Europa League 14/15, dopo aver sconfitto lo stesso Napoli che nel gennaio successivo lo convince ad approdare in Serie A. Due stagioni e mezza di alti e bassi, di fiducia e delusione, di amore e odio. Adesso, per Strinic, è giunto il momento di cominciare una nuova avventura con la maglia della Sampdoria.

Articolo precedente
viviano sampdoriaFiorentina-Sampdoria: infortunati, diffidati e squalificati
Prossimo articolo
Sampdoria SilvestreSampdoria, tieni la guardia alta: Fiorentina pronta a colpire