Connettiti con noi

Focus

Sampdoria Parma: top e flop del match VOTI

Pubblicato

su

Sampdoria Parma, i top e i flop del match della 38a giornata del campionato di Serie A: nessuna insufficienza, Quagliarella supera tutti

La Sampdoria chiude il campionato 2020/21 con una vittoria contro il Parma in occasione della 38a giornata del campionato di Serie AI top e i flop del match.

LEGGI ANCHE – Sampdoria-Parma: gli highlights del match


Sampdoria-Parma: i top del match

Candreva 7,5 – L’ex Inter gioca a tutto campo, Ranieri lo schiera da interno, al fianco di Ekdal. Spesso prova ad allargarsi e con Leris funziona il dialogo sulla destra. Chirurgico il passaggio per Quagliarella che regala l’1-0 alla Sampdoria. Le sua qualità emergono nella ripresa quando gli spazi lasciati dal Parma aumentano. Conferma il suo essere l’uomo assist per eccellenza di questa stagione dei genovesi: perfetto lo scambio con Gabbiadini per il 3-0. Grande chiusura di campionato per lui.

Gabbiadini 7,5 – Il solito match per il 23 blucerchiato. Pressing e sacrificio, per poi attaccare la profondità ed essere più pericoloso. La manovra della Samp è lenta e macchinosa nel primo tempo; lui tocca un pallone al limite dell’area e confeziona, con Leris e Candreva, l’1-0 di Quagliarella. Dalla doppia ribattuta, prima della punizione dal limite, poi del suo tiro, nasce il gol del raddoppio di Colley. Nella ripresa finisce sul tabellino dei marcatori: dopo un gran triangolo con l’87 sampdoriano, batte Sepe di destro.

Quagliarella 8 – Il capitano, in attesa di novità dal mercato, continua a scrivere la storia sua e della Sampdoria. Perfetta finalizzazione in occasione del vantaggio blucerchiato, è nel posto giusto, nel momento giusto, e non spreca il cioccolatino offerto da Candreva. Lotta su ogni pallone e, come sempre, l’età non si fa sentire. Nella ripresa è cercato dai compagni ed è la spina nel fianco costante per la retroguardia ospite. Non rinuncia mai a combattere ed è fondamentale per portare via i difensori


Sampdoria-Parma: i “flop” del match

Jankto 6 – La gara del ceco inizia con un rigore netto che arbitro e Var si dimenticano di segnalare. Non gli mancano voglia e determinazione. In fase di contenimento sbaglia spesso e perde molti palloni. Giocare da mezzala lo penalizza molto nel proporre gioco, cresce quando il Parma lascia troppi spazi; non basta comunque per migliorare troppo il giudizio sulla sua prova.

Verre 6 – Entra quando la gara è già indirizzata ma non rinuncia a combattere su ogni pallone.

Silva 6 – Prova a prendere il posto di Ekdal nella gestione del pallone. La partita è indirizzata e lui cerca di essere molto ordinato.