Connettiti con noi

News

Ranieri: «Critiche? Vado per la mia strada. Vi spiego la frase del derby»

Pubblicato

su

Claudio Ranieri, tecnico della Sampdoria, risponde alle critiche e spiega alcune scelte di formazione: le sue parole al Secolo XIX

Claudio Ranieri, tecnico della Sampdoria, a margine della conferenza stampa di presentazione del match contro il Cagliari ha risposto ad alcune critiche e spiegato alcune scelte tattiche. Le sue parole al Secolo XIX.

SOLO INFLUENZA – «Gli altri nostri malati sono tutti risultati solo vittima di influenza, infatti li ho tutti nuovamente a disposizione. Eravamo preoccupati di una nuova ondata ma non è successo, quindi l’allarme è cessato ma resta il fatto che questo così incerto campionato è anomalo, falsato, come quello dell’anno scorso d’altra parte. E in questa anomalia può succedere di tutto, per questo dico che sentirsi salvi a metà classifica, come condannati per chi sta dietro, può essere un errore. Tutto cambia di continuo e bisogna sempre giocare con l’acqua alla gola per essere tranquilli»

GABBIADINI – «La squadra sta bene, anche Gabbiadini che potrebbe anche giocare. Formazione? Vedremo. Ho tante frecce al nostro arco, ho quasi tutti a disposizione. Non siamo in emergenza mai, questa rosa ha soluzioni per tutti i ruoli».

ACQUA ALLA GOLA – «Siamo volitivi e desiderosi di migliorarci ogni domenica. Se devo essere sincero sono soddisfatto dei miei ma penso che dobbiamo sempre tirare fuori lo spirito che ci ha fatto salvare l’anno scorso dopo il Covid: quell’atteggiamento da acqua alla gola che ti fa dare qualcosa in più»

CRITICHE – «Io rispetto l’opinione di tutti ma ho le mie idee e vivo tutto molto serenamente andando avanti per la mia strada».

DIFESA A TRE O A QUATTRO – «Si parla tanto di difesa a tre o a quattro ma è molto semplice la mia spiegazione. Abbiamo visto tutti che con il 4-4-2 o 4-4-1-1 la squadra si ritrova a memoria ok, ma negli ultimi 10′ quando le squadre avversarie non hanno più nulla da perdere e magari si buttano tutte in avanti allora si possono fare degli accorgimenti. In questo senso mi sembrava giusto, vista la classifica relativamente traquilla, permetterci di vedere come la squadre reagiva con altre soluzione. Tutto qua».

FRASE DERBY – «Ho detto che se uno pensa solo ad arrivare davanti all’altra squadra della città è un pochino provinciale. Ognuno deve fare il suo meglio, se poi siamo davanti a loro saremo contenti tutti ma l’obiettivo è fare meglio di tutti non solo dell’altra squadra cittadina»