Sampdoria-Sassuolo, le pagelle: Viviano costruisce, Ferrari distrugge

bereszynski politano sampdoria sassuolo
© foto Valentina Martini

Sampdoria-Sassuolo, le pagelle: Viviano si riscatta, Beresynski migliore in campo

Viviano 7 – Un primo tempo che non lo vede particolarmente impegnato, ad eccezione di tre tiri in porta che il Sassuolo prova a realizzare. Concede ingenuamente un angolo evitabile da cui potrebbe nascere un pericolo per i blucerchiati. Nel secondo tempo nega il gol a Politano, parando il rigore concesso.

Bereszynski 7 – Il migliore in campo per idee, interventi, voglia e intelligenza. Nel primo tempo nessuna disattenzione e spesso propositivo in attacco per cercare il passaggio vincente. Nel secondo tempo replica la prestazione messa in campo nei primi 45 minuti.

Silvestre 6 – Difesa non perfetta che tiene nel primo tempo e concede qualcosa nel secondo. Dei centrali Silvestre è sicuramente il migliore in campo.

Ferrari 5 – Qualche chiusura provvidenziale e il salvataggio in una situazione di mischia che poteva essere pericolosa. Nel secondo tempo causa il rigore che provvidenzialmente Viviano respinge e contribuisce al gol realizzato da Matri.

Strinic 5 – I palloni che tocca, i passaggi che effettua sono abbastanza imprecisi, sembra ancora un po’ condizionato dai fastidi fisici.

Barreto 5 – Tanti passaggi sbagliati sia nel primo che nel secondo tempo.

Torreira 6 – Non riesce ad esprimersi così limpidamente come in altre circostanze in una partita che vive di episodi.

Praet 6 – Alcune scelte non azzeccate, tipo non servire Quagliarella in area preferendo andare al tiro. Tutto sommato una buona prestazione.

Ramirez 5,5 – Troppo nervoso e spesso frettoloso. Il trequartista cerca spesso il direttore di gara rischiando anche di farsi ammonire (dal 35′ Kownacki sv).

Quagliarella 5,5 – Le migliori occasioni partono dai suoi piedi, purtroppo non trova il varco giusto per trovare la via del gol.

Zapata 5 – Solo un colpo di testa degno di nota nel primo tempo contro il Sassuolo (dal 12′ s.t. Caprari 5,5 – La punizione che batte è di buona fattura, ma scompare per tutto l’arco del secondo tempo).