Sampdoria Under 15: crescita individuale e ambizioni ben chiare

Sampdoria Leone
© foto juventusnews24.com

La Sampdoria Under 15 supera la Juventus per 5-2 e si candida alla vittoria del campionato: nel mirino le fasi finali

(di Marco Baridon) – È una Sampdoria Under 15 che esce vittoriosa dal campo Ale&Ricky di Vinovo”, con un successo netto per 5-2 contro la Juventus di Grabbi. La risposte date dalla squadra blucerchiata nel corso dell’incontro sono tante: qualità, ambizione, personalità sono sicuramente tre prerogative fondamentali che hanno costruito mattoncino dopo mattoncino l’identità di una squadra che sogna già in grande.

Il 4-3-3 schierato in campo dal tecnico Alessi sembra l’abito giusto volto ad esaltare le singolarità di ciascun giocatore. Da una granitica difesa a proteggere i pali difesi da Gentile si passa ad un centrocampo che vede in Sciortino, Valisena e Bordin un trittico che abbina differenti armi importanti. Fantasia, grinta, due fasi svolte con precisione e diligenza per fungere da collante tra la mediana e l’attacco.

L’attacco. Capitolo fondamentale dello scacchiere tattico doriano il tridente formato da Leone, Leonardi e Conte. Una freccia letale nella faretra di Alessi, che può contare su tre talenti pronti a diventare protagonisti nell’arco della stagione. La qualità palla al piede di Leone, il QI sopra la media di Leonardi, i movimenti da prima punta di Conte sono state tre chiavi di lettura vincenti del successo contro la Juve.

Un successo analizzato da Alessi dopo la partita, mettendo l’accento su quelle che sono le ambizioni blucerchiate per la stagione: «Sono come quelle della Juventus, arrivare alle finali e fare bene. Anche se poi le ambizioni principali per noi devono rimanere la crescita dei giocatori, i miglioramenti individuali che passano attraverso i miglioramenti di squadra e i risultati. Se in una rosa crescono i singoli giocatori, è chiaro che crescerà anche l’intera squadra. Il nostro obiettivo è questo, dall’inizio alla fine».

L’allenatore dell’Under 15 ha voluto gettare le basi su quella che sarà l’annata dei suoi ragazzi, utilizzando tre termini fondamentali: ambizioni, crescita, individui. L’obiettivo, sicuramente, è quello di condurre ogni singolo giocatore ad un livello superiore, di conseguenza evidenziare al termine del campionato una crescita collettiva. Pronunciata anche la parola finali. L’ultimo atto della competizione è un obiettivo per una squadra che sogna in grande, rigenerata e rinvigorita dalle prestazioni inanellate fino a questo momento. Dopo una vittoria così importante, i presupposti per dare continuità sono ben chiari.