Primavera, finisce 7-2: i blucerchiati schiantano il Vicenza

sampdoria primavera
© foto SampNews24

Nel giorno dedicato a Garrone, i ragazzi di mister Pedone offrono una prestazione superba

Si è concluso da poco il match tra Sampdoria e Vicenza, valido per la 14a giornata del Campionato Primavera, e prima del girone di ritorno. Non c’era modo migliore di commemorare Riccardo Garrone a quattro anni dalla sua scomparsa: la Samp demolisce il Vicenza sul campo dedicato all’ex presidente blucerchiato, inanellando così la quinta vittoria consecutiva. La Samp si presenta al match occupando il secondo posto in classifica, condiviso con Lazio e Hellas Verona; la Fiorentina, alla guida della competizione, dista solamente una lunghezza dalla compagine blucerchiata. Gli ospiti invece giungono alla vigilia della partita in una situazione ben diversa, visto che occupano il decimo posto dopo un girone d’andata altalenante. Partita dunque non impossibile per i ragazzi di mister Pedone, che hanno brillantemente portato al termine il compito: 7-2 non è un risultato che si vede tutto i giorni, nemmeno nelle competizioni giovanili.

Sampdoria: Krapikas; Tomic, Leverbe, Pastor, Diaby; Tessiore (22’ s.t. Oliana), Gabbani (39’ p.t. Curito), Baumgartner; Cioce; Balde, Vrioni (30’ s.t. Testa).
A disposizione: Piccardo, Tissone, Ferrazzo, Romei, De Nicolo, Scotti, Gomes Ricciulli, Bernini.

Vicenza: Rossi; Boesso, Gambasin, Anzolin, Vanzan; Carniato, Sbrissa (20’ s.t. Okoli Memeh), Scapin (32’ s.t. De Tomasi); Crestani, Parker, Paiolo (38’ s.t. Pegoraro).
A disposizione: Zironelli, Sacchetto, Okoli Memeh, Meneghetti, Dal Dosso.

Primo tempo che comincia su ritmi altissimi: al 5′ mischione in area veneta, e Baumgartner è il più veloce ad avventarsi sul pallone a spedirlo in rete. Il Vicenza prova subito a reagire, ma la rete di Scapin è annullata per precedente fallo su Krapikas. Al 12′ ancora Baumgartner batte un ottimo corner: Leverbe svetta e firma il 2-0. Al 27′ i veneti riescono a riaprirla grazie a Scapin che batte Krapikas da posizione defilata; risposta immediata della Samp, trascinata da un gran colpo di testa di Diaby su un altro corner del solito Baumgartner. Al 34′ Cioce segna il 4-1 su calcio di punizione: determinante la deviazione della barriera. Al 40′ il Vicenza accorcia ancora le distanze in seguito al gol di Parker, bravo a raccogliere con la testa il cross di Scapin. Le squadre giungono al break sul risultato di 4-2.

Il secondo tempo è solo blucerchiato, e i veneti sembrano non scendere in campo affatto. Al 48′ è subito 5-1, grazie all’autorete di Sbrissa, sfortunato a deviare nella propria porta il tiro di Balde. Momento di tensione al 56′ quando Pasquale Luiso, tecnico del Vicenza ed ex centravanti blucerchiato, viene allontanato dall’arbitro per proteste. Al 73′ è il turno di Vrioni, che segna un gran gol su azione personale, seguito dieci minuti più tardi dal neo-entrato Testa. La seconda frazione termina dopo un solo minuto di recupero, con il risultato tennistico di 7-2.