Connettiti con noi

Esclusive

SN24 – Carrer: «Sampdoria Women magica. Un sogno l’esordio in Serie A»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Esclusiva SampNews24 – Kristin Carrer, calciatrice classe 2002 della Sampdoria Women, ha raccontato la sua esperienza in blucerchiato

Kristin Carrer è una dei tanti prospetti più interessanti del panorama calcistico italiano. La centrocampista classe 2002 ha debuttato pochi giorni fa in Serie A Femminile contro la “sua” Juventus, che quest’estate ha deciso di cederla in prestito alla Sampdoria Women per permetterle di aumentare la propria esperienza tra le professioniste. La redazione di sampnews24.com ha avuto il piacere di intervistarla in esclusiva: ecco le sue dichiarazioni ai nostri microfoni.

ESORDIO IN SERIE A – «Penso sia il sogno di una vita, un’emozione indescrivibile! Un momento che attendevo da tempo e speravo potesse accadere prima, avendo sfiorato l’esordio in Serie A già nella scorsa stagione con la Juventus, ma in panchina. Purtroppo una serie di infortuni mi ha costretto a stare ferma per lungo tempo. Esordire contro la Juve è stata una meravigliosa casualità, che ha amplificato ulteriormente le mie emozioni».

INFORTUNIO – «Nella vita bisogna sempre guardare il bicchiere mezzo pieno, perché sono dell’idea che dopo la tempesta c’è sempre il sole. Quando sei fuori, pensi solo a quando potresti tornare. Ho passato momenti di profondo sconforto, perché il destino, in particolar modo nell’ultimo anno, mi ha messo continuamente alla prova. Oltre il dolore fisico, è stato difficile affrontare il tutto psicologicamente, facendomi perdere molte possibilità come la convocazione della Nazionale russa. Fortunatamente sono sempre riuscita ad affrontare tutti questi momenti con il sorriso e l’energia di sempre».

AMBIENTAMENTO ALLA SAMPDORIA – «Genova è bellissima e la Sampdoria è magica. La maglia che indosso poi è semplicemente meravigliosa. Dal vivere in famiglia all’andare a vivere da soli c’è un abisso di responsabilità che ti cascano addosso all’improvviso, ma in appartamento, con le mie compagne, abbiamo creato un bel gruppo! Vivere con Michela e Alice (Giordano e Berti, ndr) è bello, soprattutto perché ci conoscevamo già ai tempi della Juve e dunque ci aiutiamo molto sia umanamente che calcisticamente parlando. Oltre loro, il gruppo è molto unito, le ragazze sono fantastiche».

OBIETTIVI PERSONALI – «L’obiettivo era quello di tornare a giocare dopo i due gravi infortuni; adesso che ci sono riuscita, penso solo a migliorare giorno dopo giorno. Sono consapevole dei miei limiti, ho ancora tanto da imparare: mi impegnerò al massimo come sempre. Sono ancora giovane, dicono che il tempo sia sempre galantuomo».

SALVEZZA IN SERIE A – «Io credo che con l’unità di intenti si possa andare lontano. Essere giovani non significa necessariamente essere sprovveduti. Lotteremo su ogni campo ed alla fine tireremo le somme».

MISTER CINCOTTA – «Cincotta è un grande allenatore, ha tanta passione e riesce trasmetterla ad ognuna di noi ogni giorno. Detto questo, oggi i risultati parlano per lui. Sono onorata di poter lavorare e imparare da un allenatore di questo calibro».

IDOLI ALLA SAMP E ALLA JUVE – «Non posso che fare il nome del capitano, Stefania Tarenzi. É ciò che io vorrei poter diventare, un esempio di umanità e capacità tecniche. Ho da imparare un po’ da tutte le mia compagne di squadra. Ognuna di loro ha i suoi punti di forza, per quanto riguarda la tecnica penso che Yoreli Rincon sia una delle calciatrici più dotate che abbia mai visto. Alla Juventus mi sono sempre ispirata a Cernoia, anche perché mi ritrovo nel suo modo di giocare: mancina e tecnica. Credo che sia una delle calciatrici più forti della Serie A».

CARATTERISTICHE – «Sono una calciatrice tecnica, mancina e ho buone capacità aerobiche. Fuori dal campo sono una ragazza molto solare e determinata nel riuscire a perseguire quelli che sono i miei obiettivi personali».

FUTURO ALLA JUVENTUS – «La Juventus mi ha cresciuta, sono arrivata che ero una ragazzina, dopo un’esperienza di 7 anni vissuta nel calcio maschile. Mi ha fatto crescere in tutti i sensi, sono e sarò sempre grata alla Juventus. Tornare da protagonista naturalmente sarebbe un sogno, ma ora sono felicissima di essere qui alla Sampdoria, un grande club, e sono realmente onorata di poterne farne parte».