Samuel lascia il calcio: «Mi proposero la Sampdoria, ma…»

© foto www.imagephotoagency.it

E’ ufficiale, oggi darà l’addio al calcio uno dei più grandi difensori degli ultimi 20 anni. Stiamo parlando di Walter Samuel, ormai 38enne, che ha vestito la maglia di tanti top club come Boca Juniors, Roma, Real Madrid, ma soprattutto Inter, dove è diventato ciò che tutti ricordiamo come “The Wall”: uno degli eroi del triplete del 2010, roccioso, fisico, una vera e propria sicurezza in area di rigore.

Nel 2014, prima di approdare al Basilea – squadra con cui appenderà gli scarpini al chiodo questa sera dopo la partita contro il Grasshoppers – il centrale argentino era stato accostato anche alla Sampdoria, con cui si era intavolata una trattativa poi non andata a buon fine. Oggi, a distanza di due anni, Samuel è tornato sull’argomento alle colonne del quotidiano Basler Zeitung: «Un amico di un amico mi chiese se volessi andare alla Sampdoria. Chiesi un periodi di riflessione, ma non ero convinto. Non volevo, dopo così tanto tempo trascorso all’Inter, giocare in un altro club italiano. Un giorno la stessa persona mi domandò se fossi interessato alla Svizzera. E io risposi: perché no? Poi successe tutto molto in fretta. Lui arrivò a Basilea – riporta fcinter1908.it – e mi disse che erano interessati. Il giorno dopo ero lì e chiarii tutto. La mia famiglia era piuttosto sorpresa: “Non avresti potuto dircelo prima?”, mi dissero».

Articolo precedente
2015/2016, il pagellone: Dodô
Prossimo articolo
Correa: «Inter? Si dicono tante cose, ma io darò il massimo alla Samp»