Semplici: «La Samp non regalerà nulla. Simic vuole farsi vedere»

Semplici Sampdoria
© foto Valentina Martini

La Spal si gioca la stagione: la conferenza stampa del tecnico Semplici in vista dell’ultimo impegno di campionato contro la Sampdoria

Sono ore decisive per il destino della Spal, che si gioca la permanenza in Serie A contro la Sampdoria. Il tecnico Leonardo Semplici ha le idee chiare: «Credo senza ombra di dubbio che sia l’appuntamento più importante degli ultimi 50 anni. E’ un momento importantissimo per la storia della Spal e di tutti quelli che hanno partecipato nel far sì che possa giocarsi un risultato così importante. Vorrei ringraziare tutti quelli che fanno parte della storia del club, tutti quelli che lavorano all’interno della società, non solo i giocatori. Perché ci hanno permesso, anche attraverso le sconfitte, di arrivare a questa partita e di poterci giocare una fetta importante della storia non solo della società. Mi aspetto una Sampdoria che non regalerà nulla. Hanno un allenatore molto bravo e giocatori di grande qualità, tant’è che anche quest’anno hanno sfiorato l’Europa. Sarà una partita difficile, ma io cerco di concentrarmi sulla mia squadra, sulle nostre motivazioni, sulla nostra voglia e sulle nostra qualità per fare risultato. Cercherò di fare leva sulle motivazioni e sull’emotività che ogni persona ha. Ringrazio la curva Ovest del messaggio che ci ha mandato in settimana, ma ribadisco che domani sarà importante ogni settore del Mazza. Spero veramente che facciano sentire a questo gruppo la loro vicinanza in tutti i momenti. Domani dobbiamo combattere tutti insieme. Per il resto, dobbiamo cercare di trasmettere serenità ai ragazzi, in modo che giochino tranquilli, sfruttando al meglio le proprie qualità».

L’allenatore della Spal ha poi focalizzato l’attenzione sui singoli che potrebbero scendere in campo: «In difesa sono disponibili Simic, Vicari, Felipe e Vaisanen. Lazzari ha fatto di tutto per esserci, anche Mattiello è recuperato. A centrocampo Viviani ci sarà, mentre Schiattarella non è ancora al 100% e probabilmente partirà dalla panchina. Infine Schiavon ha avuto un problema alla caviglia. Simic è un professionista e sono sicuro giocherà la gara al meglio delle sue possibilità. Il fatto di fare una bella prestazione contro la sua ex squadra fa sì che possa tornare più forte di prima. Durante la settimana ho cercato di tenere i miei ragazzi su di morale. Conoscono l’importanza di queste partite, io gli ho spiegato come cercare di affrontare questa gara: con grande unità. Abbiamo sempre mostrato dignità e grandi valori morali. Nessuno ci ha mai regalato niente, dobbiamo essere convinti di poter fare una grande prestazione e soprattutto di prendere i punti necessari. Non ci sono rimpianti. Abbiamo commesso qualche errore che però fa parte del processo di crescita che ci ha portato ad essere padroni del nostro destino nella partita decisiva. E questo è un risultato positivo verso l’obiettivo che non era affatto scontato per storia, budget e per tutti quelli che ci davano retrocessi già a gennaio. Così non è stato. Ci siamo guadagnati sul campo questo obiettivo senza regali e domani vogliamo andare a prenderlo», conclude così Semplici la conferenza stampa riportata da lospallino.com.

Articolo precedente
giampaolo sampdoriaGiampaolo: «Non sono contento. Futuro? Ne parlerò»
Prossimo articolo
Sampdoria PrimaveraPrimavera, Napoli-Sampdoria: 3-1: sconfitta indolore, è salvezza