Serie A alle 21.45, Zenga preoccupato: «I calciatori non sono abituati»

Zenga
© foto www.imagephotoagency.it

Cagliari, Zenga preoccupato per la Serie A a tarda sera: «Giocare alle 21.45 non è una banalità. I calciatori non sono abituati»

Il tecnico del Cagliari Walter Zenga è intervenuto ai microfoni di Radiolina per commentare le complicazioni legate alla ripresa della Serie A: «Ripartenza simile ad un Mondiale? No, perché in quel caso solo quattro squadre arrivano a giocare sei partite, mentre qui tutte ne giocheranno almeno 13. Noi sabato scorso abbiamo fatto una partita alla Sardegna Arena, ne abbiamo fatta un’altra martedì e poi un’altra ancora la faremo sabato, aumentando di volta in volta il minutaggio.

Giocare a tarda sera avrà i suoi risvolti negativi: «Anche il fatto di giocare alle 21.45 non è una banalità – precisa Zenga – finisci la gara e sono le 23.30 e i giocatori non sono abituati. L’allenatore deve tener conto di tutti questi aspetti».