Connettiti con noi

News

Pagelle Sampdoria-Empoli: Quagliarella rinato, esordio positivo per Sabiri

Pubblicato

su

Pagelle Sampdoria-Empoli: Quagliarella torna al gol dopo 139 giorni, esordio positivo per Sabiri. Caputo non incide

Falcone 7.5 – Il portiere della Sampdoria è impegnato in solo due parate nel primo tempo del match ed in entrambi i casi chiude lo specchio agli avversari. Nel secondo tempo replica in maniera perfetta con lui la difesa ha acquistato una nuova fiducia.

Bereszynski 6 – Ottimo primo tempo per il terzino della Sampdoria. La sua prestazione è macchiata solo dal giallo che gli farà saltare la gara contro l’Atalanta.

Ferrari 6.5 – Chiude le traiettorie agli avversari e non compie nessuna sbavatura nel corso del primo tempo e del secondo tempo del match. Partita di esperienza per il centrale.

Colley 7 – A parte un lieve addormentamento nei primi minuti di gioco dove una pezza ce la mette il buon Falcone, Colley si fa trovare pronto sia in fase difensiva che in quella offensiva. Sfiora anche il gol nel corso del primo tempo. Nel secondo tempo sale in cattedra e tutti i palloni alti son suoi.

Murru 6 – Nel corso del primo tempo del match contro l’Empoli non sbaglia nulla, riesce a proporsi in avanti ed è abbastanza attento quando si tratta di raddoppiare le marcature (68′ Augello 5.5 – Giampaolo lo richiama parecchie volte ad alzare il baricentro, un po’ involuto rispetto a inizio stagione).

Candreva 5.5 – L’esterno della Sampdoria non brilla nei primi quarantacinque minuti del match, ma è una partita parecchio fisica tra le due squadre e anche lui è un po’ nel mirino dei calci degli avversari. Nella ripresa, per nervosismo o ingenuità, si fa ammonire. Essendo diffidato salterà la gara contro l’Atalanta.

Ekdal 5.5 – Porta a casa la pagnotta con il suo classico gioco pulito, ma con diverse piccole imperfezione. Gioca ancora condizionato da qualche problema fisico. Serve maggiore attenzione (dal 85′ Vieira sv).

Thorsby 6 – Corre, corre e corre. Lotta, lotta e lotta. Il solito instancabile maratoneta. Difetta un po’ in lucidità, ma è un giocatore di grande sostanza.

Sabiri 6.5 – Il trequartista, all’esordio per la defezione di Stefano Sensi, ci mette una decina di minuti a capire come muoversi su un campo di Serie A. Poi prende il ritmo e non lo ferma più nessuno. Ottima tecnica e prova anche a segnare (68′ Rincon 6 – Il generale entra per mettere un po’ di ordine e far tirare il fiato ai compagni di reparto. Lo fa).

Caputo 5.5 – Troppo poco un tiro nei primi quarantacinque minuti di gioco. Replica nel secondo tempo con una sola conclusione nello specchio. Assente ingiustificato.

Quagliarella 8 – Il capitano è tornato. Doppietta perfetta per l’attaccante blucerchiato che non segnava da 139 giorni. Il primo gol è bello quanto il secondo, ma entrambi pesano un macigno. Tanto lavoro anche nelle retrovie (dal 60′ Conti 6 – Entra non troppo lucido e si fa ammonire in maniera ingenua. Fatica un po’, ma fa il suo)