Serie A, continua il rebus sui contratti: situazione tutta da decifrare

Yoshida
© foto www.imagephotoagency.it

Contratti Serie A, ancora tutta da decifrare la situazione riguardo gli accordi coi club. Ci si aspetta un mercato pieno di paradossi

Tra il 30 giugno e il 31 agosto, data della fine della stagione 19-20, potrebbe accadere di tutto: un calciatore già ceduto attraverso un accordo preliminare che nel frattempo sfida la sua nuova squadra, o un calciatore a scadenza di contratto che ha già firmato a gennaio per un nuovo club. In base al regolamento FIFA la scadenza dei contratti è vincolata alla chiusura della stagione e il limite è sempre il 30 giugno e alla stessa data è vincolata la collocazione della prima finestra di mercato, quindi non prima dell’1 luglio e non può durare per più di 12 settimane, come scritto dal Corriere dello Sport.

La situazione, ovviamente, riguarda in maniera stretta anche la Serie A. Con la proroga fino al 31 agosto si potrà continuare a giocare soltanto per l’attuale club, ma affinché questo possa avvenire ci deve essere un accordo individuale tra giocatore e società.