La Serie A contro il razzismo: l’iniziativa per la 10a giornata

Muriel Sampdoria
© foto Valentina Martini

La Serie A contro il razzismo: prima delle partite verrà osservato un minuto di silenzio, capitani con i libri in campo

Dopo le immagini di Anna Frank con la maglia della Roma, la Lega Serie A e la Figc hanno deciso di sensibilizzare tutte le tifoserie italiane contro il razzismo. Prima dell’infrasettimanale di campionato, su tutti i campi di Serie A, Serie B e Serie C, verrà osservato un minuto di riflessione, durante il quale verrà letto uno stralcio del “Diario di Anna Frank”: «Vedo il mondo mutarsi lentamente in un deserto, odo sempre più forte l’avvicinarsi del rombo che ucciderà noi pure, partecipo al dolore di milioni di uomini, eppure, quando guardo il cielo, penso che tutto si volgerà nuovamente al bene, che anche questa spietata durezza cesserà, che ritorneranno l’ordine, la pace e la serenità». Molto duro anche il comunicato della Lega per condannare gli episodi di antisemitismo.

I capitani, alla decima giornata, scenderanno sul terreno di gioco con due libri testimonianza della Shoa: «La Lega Serie A condanna da sempre con fermezza qualsiasi forma di razzismo o episodio di intolleranza negli stadi italiani, promuovendo da anni campagne di sensibilizzazione sul tema. È triste dover rimarcare ancora la stupidità di sparute minoranze di pseudo-tifosi che offuscano e danneggiano l’immagine di tutto il calcio italiano, vanificando gli sforzi e la passione di chi gestisce le nostre Società. Gli episodi di antisemitismo accaduti domenica scorsa sono la prova che ancora c’è molto da fare, e che la lotta alle discriminazioni va continuamente alimentata. La strada da percorrere non può che essere l’individuazione dei responsabili e il loro allontanamento dal nostro mondo, fatto perlopiù da appassionati sani che nulla hanno a che fare con queste forme becere di violenza. In tutte le partite della decima giornata di Serie A TIM, nell’ambito della campagna di diffusione del libro #ioleggoperchè, l’arbitro e i capitani scenderanno in campo con i libri “Il Diario di Anna Frank” e “Se questo è un uomo” di Primo Levi, omaggiandoli poi ai bambini entrati con loro in campo. L’invito a leggere questi libri va esteso a tutte le ragazze e i ragazzi, con la speranza che le nuove generazioni crescano con i valori e gli ideali che riempiono le pagine di questi capolavori».