Serie A d’estate, Ranieri tranquillo: «I 30 gradi ci sono per tutti»

Iscriviti
Sampdoria Ranieri
© foto www.imagephotoagency.it

La Serie A d’estate significa alte temperature per partite e allenamenti. Ranieri non si preoccupa: «I 30 gradi ci sono per tutti»

Nel lungo intervento a Radio Anch’io il tecnico della Sampdoria Claudio Ranieri tocca anche la problematica legata alla ripresa del campionato in estate. Le alte temperature potrebbero condizionare gli allenamenti e le partite della Serie A: «Questi sarebbero poi problemi nostri, si giocherebbe sempre la sera, per cui gli allenamenti potrebbero cambiare d’orario e svolgersi la mattina presto o la sera».

«I 30 gradi ci sono per tutti, non è questo il discorso. Per chi sarà più stanco, l’allenatore farà dei cambi. L’importante è la salute, poi giocare a 30 gradi o a 20 non sarà lo stesso ovviamente, ma in quel caso sarà l’allenatore a dover capire le situazioni tattiche, se dover giocare in velocità o tenere palla. Ogni tecnico se ne prenderà le responsabilità».